Home | Attualità | Cittadinanza a Patrick Zaki, si mobilitano altre 4 associazioni
Euro Net San Severino Marche
L'iniziativa di Amnesty
L'iniziativa di Amnesty

Cittadinanza a Patrick Zaki, si mobilitano altre 4 associazioni

Altre quattro associazioni settempedane hanno protocollato in Comune una petizione indirizzata al presidente del Consiglio comunale, Sandro Granata, con la richiesta di conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki per motivi umanitari. La lettera porta la firma dei presidenti: Alberta Ricottini, per l’associazione “Sognalibro”; Marco Massei, per la Fondazione onlus “L’anello della vita”; Alessandra Aronne, per il Corpo filarmonico “Adriani”; e Giacomo Diamantini, per l’associazione “Noa Noa”.

Ecco di seguito il testo della petizione.

Gentile presidente, desideriamo unire la nostra richiesta a quella già presentata lo scorso 8 febbraio dalle associazioni cittadine Anpi, Circolo “La Zattera”, Gruppo Masci Scout e Circolo “il Grillo Legambiente”, affinché venga presa in considerazione la proposta di cittadinanza onoraria al giovane ricercatore dell’Università di Bologna, Patrick Zaki, ingiustamente arrestato in Egitto e lì tenuto in carcere, in condizioni al limite della civiltà, esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media. Si tratterebbe di un’azione dal grande valore simbolico e di sensibilizzazione, sostenuta con vigore anche da Amnesty International con la campagna #FreePatrickZaki.

Nella speranza che il nostro Paese assuma una posizione più significativa concedendo a Patrick la cittadinanza italiana per meriti speciali – ricorrendo un eccezionale interesse dello Stato, in riferimento del 2 ^ comma dell’articolo 9 della legge sulla concessione della cittadinanza italiana – questa iniziativa andrebbe a sommarsi a quella di altri 200 Comuni italiani: una misura forse ancora piccola, ma dal forte significato solidaristico e umanitario. Auspichiamo dunque, presidente, che vorrà tenere in considerazione la proposta calendarizzandone la discussione nella prossima assise comunale”.

Centro Medico Blu Gallery