Home | Attualità | Legnini a San Severino per riaprire il cantiere del nuovo Itis
Euro Net San Severino Marche
Il sindaco e Legnini riaprono il cantiere Itis
Il sindaco e Legnini riaprono il cantiere Itis

Legnini a San Severino per riaprire il cantiere del nuovo Itis

Il Commissario straordinario per la ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini, è giunto stamattina a San Severino per consegnare il cantiere dell’Itis al nuovo gruppo di imprese che, subentrando alle precedenti ditte, concluderanno i lavori di costruzione della nuova scuola, per la quale sono stati stanziati già 13 milioni e 900 mila euro. Parliamo delle imprese Ca.Ri. Costruzioni Srl di Roma e del Consorzio Integra Soc. Coop di Bologna, seconde nella gara di appalto che aveva visto assegnare la rinascita dell’Istituto all’associazione temporanea costituita dalla Marinelli Costruzioni Srl di Terni e dalla Frimat Spa di Bolzano che nelle scorse settimane ha però deciso per una risoluzione contrattuale.

Da oggi – lunedì 28 dicembre 2020 – avranno 150 giorni di tempo per consegnare l’opera terminata.

Una buona notizia, dunque, sotto l’Albero di Natale. Tant’è che il sindaco Rosa Piermattei, nel ringraziare Legnini per aver sbloccato finalmente l’iter burocratico, ha auspicato che il prossimo anno scolastico inizi proprio nel nuovo “Divini”.

“E’ una giornata storica per San Severino – ha sottolineato il sindaco Rosa Piermattei – e vorrei ringraziare il Commissario e la sua struttura per aver lavorato anche durante i giorni festivi, nonché la scuola, gli studenti e le loro famiglie, i docenti e il personale tutto, per aver mostrato grande pazienza. Ho lottato con quattro Commissari per giungere alla ripartenza dei lavori e per superare una montagna di problemi avuti con la prima impresa aggiudicataria. Oggi, però, ripartiamo e vorrei rassicurare tutti sul fatto che il prossimo anno scolastico si tornerà a lezione nel nuovo complesso che sarà moderno e funzionale ma, soprattutto, sicuro. Ho avuto il timore che questa giornata non sarebbe mai arrivati, ma mi hanno sempre dato fiducia le parole del Commissario Legnini che, appena insediatosi, dichiarò di voler ricostruire subito le scuole”.

Da parte sua lo stesso Legnini ha sottolineato quanto sia stata complessa la procedura di “sbroglio della matassa”: “Ho contato una sessantina di passaggi prima di arrivare a capo della situazione – ha detto -, una vera e propria patologia del sistema burocratico. Penso che sia stata finora la più intricata procedura da risolvere fra quelle che in questi anni hanno bloccato la ricostruzione post terremoto”.

Erano presenti – fra gli altri – anche i responsabili del nuovo cantiere (tecnici e costruttori), l’assessore ai Lavori pubblici, Sara Bianchi, l’ingegner Marco Barcaioni dell’Ufficio sisma del Comune, il dirigente scolastico dell’Itis, Sandro Luciani, il cardinal Edoardo Menichelli, le forze dell’ordine e una rappresentanza di docenti e studenti dell’Istituto tecnico.

 

Centro Medico Blu Gallery