Home | Attualità | In Consiglio il nuovo CdA della “Lazzarelli” e la recinzione del “Tacchi Venturi”
Euro Net San Severino Marche
Torna a riunirsi il Consiglio comunale
Torna a riunirsi il Consiglio comunale

In Consiglio il nuovo CdA della “Lazzarelli” e la recinzione del “Tacchi Venturi”

Lunedì 22 novembre, alle ore 19, si riunisce il Consiglio comunale nell’ex sala udienze del Giudice di Pace (via Cesare Battisti, 1). I punti all’ordine del giorno sono 12, tanti i temi che verranno affrontati.

Oltre alle iniziali comunicazioni del sindaco, figurano la ratifica delle variazioni del bilancio di previsione per gli anni 2021/2023; le variazioni al bilancio di previsione 2021/2023; la nomina del revisore unico dei conti per il triennio 2021/2023; la nomina del Consiglio di amministrazione dell’Azienda dei servizi alla persona “Lazzarelli”.

In discussione anche l’approvazione dell’aggiornamento del programma biennale degli acquisti di forniture e servizi per il biennio 2021/2022 e quella del programma dei lavori da realizzare nel triennio 2021/2023 e dell’elenco annuale relativo al 2021. All’Odg anche una variante parziale al Piano regolatore generale comunale per la modifica della zonizzazione di un’area sita in via XX Settembre e di un’area nella frazione di Serralta, nonché la richiesta di alienazione della porzione di un’area comunale e la trasformazione da inedificabile a edificabile di una particella di una proprietà dell’impresa Petrocchi Lamiere. La seduta proseguirà poi con l’approvazione del Protocollo d’intesa Val Potenza per la promozione e la valorizzazione turistica, ambientale, sociale e produttiva del territorio ricompreso nell’area della valle del fiume Potenza.

Dai gruppi di opposizione “Insieme per San Severino” (Tarcisio Antognozzi, Tiziana Gazzellini e Alberto Pilato) e “San Severino Futura” (Francesco Borioni e Alessandra Aronne) sono state presentate un’interrogazione e una mozione.

L’interrogazione verte sulla verifica della congruità del vigente “Piano di classificazione acustica del territorio comunale” (redatto per la classificazione e l’applicazione dei valori limite di emissione) con il Prg comunale. Il 2 aprile 2019, il Consiglio comunale ha già approvato un atto per l’accertamento di congruità di tale piano, autorizzando la Giunta comunale affinché demandasse alla competente Area Ricostruzione e Urbanistica la verifica delle operazioni di revisione del Piano di zonizzazione acustica comunale per quelle aree in contrasto con la zonizzazione del Prg comunale. L’opposizione ora chiede come la Giunta abbia provveduto a ottemperare al suddetto atto di indirizzo consiliare, e quando e con quali atti l’Area Ricostruzione e Urbanistica abbia provveduto alla verifica delle operazioni di revisione (inoltre, viene richiesto in quale capitolo di bilancio hanno trovato copertura i costi di tale verifica).

La mozione riguarda invece la recinzione del plesso scolastico “Tacchi Venturi”. Come le cronache hanno riportato nei mesi scorsi, le zone della scuola, parchi e locali, sono state spesso oggetto di atti di vandalismo: vetri e bottiglie rotte, tentavi di incendi, siringhe e sporcizia, schiamazzi e danneggiamenti vari. Il sindaco ha già firmato, il 12 ottobre, l’ordinanza “anti bivacco” che punisce, con una multa fino a 500 euro, chiunque venga sorpreso dalle forze dell’ordine a “bivaccare, sostare e intrattenersi all’interno degli androni, delle pertinenze, dei giardini interni, di scale, terrazzi e soppalchi degli edifici scolastici negli orari di chiusura degli stessi”. Un’ordinanza condivisa dalla minoranza, ma ritenuta non sufficiente al fine di risolvere la situazione. I consiglieri chiedono dunque al sindaco e alla Giunta di realizzare celermente la recinzione del plesso scolastico “Tacchi Venturi”, di potenziare la pubblica illuminazione della zona (con corpi illuminanti regolati da fotocellula) e di installare un impianto di videosorveglianza a totale copertura dell’area, affinché si possano registrare al meglio le azioni di eventuali futuri danneggiamenti. Infine, dal momento in cui non è sufficiente soltanto la sorveglianza, ma è necessario risolvere, alla radice, il bullismo, la mozione chiede inoltre al Sindaco ed alla Giunta di aprire un tavolo di confronto sull’emergenza educativa in atto, con le agenzie educative della città (scuole, associazioni di genitori, società sportive, oratorio, parrocchie ecc.), per avviare delle azioni affinché questi fenomeni di disagio vengano limitati.

Centro Medico Blu Gallery