Home | Cronaca | Adeguata elisuperficie: fa parte del Trauma Center regionale
Euro Net San Severino Marche
L'elisuperficie all'ospedale di San Severino
L'elisuperficie all'ospedale di San Severino

Adeguata elisuperficie: fa parte del Trauma Center regionale

Nella serata di venerdì 26 giugno l’Area Vasta 3 dell’Asur Marche e la Regione hanno inaugurato tre elisuperfici abilitate al volo notturno presso altrettanti ospedali: San Severino, Camerino e Civitanova.

Per quanto riguarda la pista settempedana in cui può atterrare l’elicottero del soccorso sono stati sistemati alcuni aspetti tecnici (con adeguamento e messa in sicurezza) ed è stato risolto anche il problema della torre-faro che, posta al centro della rotatoria “Pieve-ospedale-bivio per Cingoli”, è stata sostituita con altri corpi illuminanti per non ostacolare le operazioni di atterraggio e decollo dei velivoli.

Fra le novità apportate rientra anche la possibilità che sia direttamente il pilota dell’elicottero ad accendere l’illuminazione della pista con un telecomando a distanza.

Ma perché il servizio sia pienamente operativo, pur avendo l’elisuperficie ormai omologata, occorre attendere la firma di una convenzione fra Regione, Asur e Autorità competenti all’autorizzazione del volo notturno. La questione è generale, riguarda l’intero sistema di soccorso su cui le Marche puntano molto, come ha spiegato il dottor Germano Rocchi, responsabile dell’Elisoccorso regionale, intervenendo all’inaugurazione.

“Questa realtà  fa parte del sistema ‘Trauma Center’ istituito all’ospedale Torrette di Ancona. Un modo di intervenire introdotto negli Stati Uniti a partire dagli anni ’90 e basato sull’esperienza della guerra in Vietnam, sulla concezione degli ospedali da campo. Parliamo di un servizio H24 con personale sempre presente ed elicottero, fondamentale, pronto a intervenire sul territorio. Grazie a questo sistema, vivere nelle Marche significa vivere in una regione più sicura. Tra qualche mese riusciremo a completare il ciclo con il volo notturno. Ciò significa che un cittadino marchigiano o chiunque passi di qui e venga coinvolto in un incidente grave viene soccorso di giorno, e pure di notte, in un’ora al massimo. Viene trasferito al ‘Trauma Center’ dove qualsiasi problema può essere affrontato nel migliore dei modi”.

Al taglio del nastro sono intervenuti, fra gli altri, il sindaco Rosa Piermattei, il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, il direttore dell’Area Vasta n. 3, Alessandro Maccioni, e il vescovo di Camerino, mons. Francesco Massara, che ha provveduto alla benedizione dell’elisuperficie.

Fiorino Luciani

 

Centro Medico Blu Gallery