Home | L'intervista | Minienduro: Valentino Corsi è primo nella 85 cc Senior al “Trofeo delle regioni”
Euro Net San Severino Marche
Valentino Corsi sul gradino più alto del podio

Minienduro: Valentino Corsi è primo nella 85 cc Senior al “Trofeo delle regioni”

A pochi mesi dall’intervista in cui Valentino Corsi ci parlava del suo ingresso nelle Fiamme Oro, ecco che il giovanissimo pilota settempedano ha raggiunto il più alto gradino del podio nella gara nazionale del “Trofeo delle regioni” di minienduro.

Così lo abbiamo nuovamente sentito.

Valentino… Dunque, campionato italiano archiviato con una prestigiosa vittoria nazionale. Ma in cosa consiste il “Trofeo delle regioni”?

“In questa gara ogni regione schiera le proprie squadre composte dai piloti più validi. E’ la prova più bella dell’anno, preceduta il sabato dalla sfilata di tutte le regioni partecipanti e dalla presentazione delle squadre. Data l’importanza dell’evento, ci sono i più alti dirigenti della Federazione. Abbiamo avuto l’onore di avere con noi pure il presidente nazionale Copioli”.

Dove si è svolta la gara e come si è sviluppata?

“Per la prima volta questo trofeo si è corso nelle Marche, esattamente ad Argignano di Fabriano. La gara ha le caratteristiche delle altre prove di campionato italiano, con un cross test, un enduro test e un trasferimento. Il tutto si ripete per 5 volte e la corsa dura di solito 5-6 ore”.

Ci racconti qualche dettaglio della sfida…

“All’inizio non ero concentrato e nei primi due giri ho commesso degli errori facendo due scivolare. Tuttavia, nonostante ciò, stavo facendo ottimi tempi fra i piloti della mia categoria (85 cc). Tempi addirittura migliori rispetto a molti concorrenti della 125 cc. Dovevo quindi concentrarmi e non commettere più errori perché stavo andando forte. Avrei potuto sorprendermi… E così è poi stato”.

Quali sono stati i momenti più belli ed emozionanti?

“La prova è stata perfetta: bellissima la location, bellissimo il terreno e meravigliose tutte le speciali. Faccio i complimenti agli organizzatori perché i piloti delle varie regioni non hanno fatto altro che complimentarsi per la meraviglia di questa gara. ‘Quasi da mondiale’, dicevano i più grandi. Personalmente, dal terzo giro in poi ho iniziato a ‘gasarmi’ e ho vissuto momenti di grande emozione. Ma il momento più intenso è stato all’uscita dell’ultima speciale, quando il tabellone dei tempi confermava la mia vittoria. Il mio grande amico Alberto Elgari, pluricampione italiano della mia categoria, ha lasciato la moto a terra ed è venuto ad abbracciarmi dicendo di essere felice di essere stato battuto da me. Questi sono momenti che non dimenticherò”.

Quindi nella tua categoria, 85 cc senior, hai chiuso col botto! Com’è andata invece per la squadra Marche?

“Siamo stati bravi, ma per un soffio non siamo saliti sul podio. Come regione, infatti, ci siamo dovuti accontentare della quarta posizione. Speriamo di rifarci l’anno prossimo”.

A fine stagione quali ringraziamenti?

“Sicuramente i miei genitori e la mia famiglia che mi sostengono ogni giorno, anche se non tutti sono sempre presenti. Poi, Juri Simoncini che mi ha fatto appassionare a questo meraviglioso sport, da quando avevo 4 anni, e col quale proseguo quest’avventura quasi estrema. Quindi, il team Planet che supporta tutti i piloti in maniera impeccabile, nonché le Fiamme Oro con cui sto vivendo grosse emozioni. Infine, il mio meccanico di fiducia, Giuliano Ulissi, perfezionista assoluto. E poi grazie tante agli sponsor”.

Quali gare rimangono per concludere l’anno?

“Sono rimaste da calendario poche gare regionali di enduro Fmi, ma sicuramente adesso che ho il patentino troverò qualche uscita per divertirmi in montagna con i grandi, perché potrò girare con la moto targata. Le uscite domenicali spensierate e in compagnia, dopo l’agonismo, sono la cosa più bella”.

Centro Medico Blu Gallery