Home | Sport | Cambio torna in Svizzera per un’altra impresa da IronMan
Euro Net San Severino Marche
Alberto Cambio (con la famiglia) premiato in Austria
Alberto Cambio (con la famiglia) dopo la premiazione in Austria

Cambio torna in Svizzera per un’altra impresa da IronMan

Dopo l’impresa dello scorso anno, Alberto Cambio alza l’asticella e punta a un nuovo traguardo agonistico da brividi. L’atleta settempedano parte il 17 agosto per Buchs, la località svizzera, al confine con il Liechtenstein, dove esattamente dodici mesi fa riuscì a portare a termine – in dodici giorni – la prova dei 10 IronMan, cioè dei 38 chilometri di nuoto, dei 1.800 chilometri in bicicletta e dei 420 chilometri di corsa.

Dunque, il percorso già lo conosce, così come i luoghi gli torneranno familiari.

Ma stavolta la prova sarà più dura perché in dieci giorni – dal 20 al 30 agosto – ogni concorrente dovrà superare un “IronMan” al giorno. Vale a dire che in 24 ore Alberto Cambio dovrà misurarsi con gli avversari – i migliori specialisti della disciplina a livello internazionale – su una distanza di 3,8 chilometri a nuoto, 180 chilometri in bici e 42 chilometri di corsa. Ogni giorno dovrà tagliare i tre traguardi, pena l’esclusione dalla competizione.

Tutte le mattine, alle 7, si riparte!

Alla fine, giorno dopo giorno, l’avversario più difficile da gestire diventerà il proprio fisico, la propria tenuta atletica e mentale. Alberto, però, ci ha abituati ormai a grandi performance e si presenta all’appuntamento con un’adeguata preparazione. Basti dire che, di recente, in una prova di Coppa del Mondo, in Austria ha centrato il quinto posto assoluto in un triplo IronMan continuo (11,4 chilometri di nuoto, 540 chilometri in bici e 126 di corsa). Insomma, un bel biglietto da visita per la gara in Svizzera.

In questa sua nuova spedizione elvetica, nel cuore dell’Europa, Alberto Cambio sarà sostenuto da aziende e amici locali. Prima di partire, ci tiene a ringraziarli pubblicamente per il sostegno e il supporto anche morale che gli stanno dando.

“Non so come andrà a finire – dice l’atleta settempedano – ma per quanto riguarda questo tipo di competizioni è già importante esserci. Ecco perché devo ringraziare, oltre ovviamente alla Soverchia Marmi, azienda per cui lavoro, anche altri sostenitori che mi hanno aiutato a livello economico a cominciare da Valentina e il suo Centro Vitality, fino a Gianluca della Sisco, a Lanfranco della G.L.O., a Sauro della SerEdil, ad Emanuele della Nutrixam, alla My Genomics, a Sport Lab di Porto San Giorgio, alla Accessauto di Tolentino, a Bikers e, da ultimo, ad Alessandro della Parrucchieria AD, il quale è stato anche compagno di allenamenti durissimi”.

 

Centro Medico Blu Gallery