Home | Sport | Vivo Azzurro a Coverciano: bella esperienza per Cipolletta
Banca della Provincia di Macerata
Gabriele Cipolletta con la sua formazione
Gabriele Cipolletta con la sua formazione

Vivo Azzurro a Coverciano: bella esperienza per Cipolletta

E’ tornato a casa soddisfatto dell’esperienza vissuta a Coverciano il tecnico Gabriele Cipolletta di San Severino, che ha partecipato – come allenatore – al 1° torneo nazionale Vivo Azzurro riservato ai Tifosi ufficiali della Nazionale italiana di calcio

Lui guidava la formazione in maglia rossa che la Figc ha chiamato “Squadra 1-ITALIA 1934”, in omaggio agli azzurri che vinsero il Campionato del mondo di quell’anno, disputatosi nel nostro Paese. Otto erano le compagini al via, divise in due gironi di qualificazione in un torneo di calcio a 7 (con 11 giocatori in rosa, di ogni età e provenienti da ogni parte d’Europa). “Abbiamo passato il turno, poi siamo arrivati quarti – racconta Gabriele – ma, al di là del dato tecnico o del risultato, quel che resta di questa bella avventura azzurra è il rapporto umano instauratosi fra noi. Ci vedevamo per la prima volta lì, chi giunto dalla Germania, chi dalla Sicilia e da altre regioni d’Italia, tutti accomunati dalla passione per il calcio e dall’amore per la nostra Nazionale. Ci siamo divertiti insieme nel segno dello sport e dell’amicizia che da esso può nascere”. Per Gabriele, poi, la gioia è doppia perché lui da sempre è un grande appassionato e conoscitore della storia del calcio, e della Nazionale in particolare. L’essere stato fra i protagonisti di questa iniziativa a Coverciano è senza dubbio motivo d’orgoglio. Difatti, Cipolletta ha curato in passato diverse mostre e ha portato pure la Coppa del Mondo ufficiale, vinta dagli Azzurri nel 2006, nel Piano nobile del Comune di San Severino.

Santo Stefano Riabilitazione