Home | Teatri di Sanseverino | Luca Maria Cristini racconta ‘La Roccaforte del Buon Gusto’
Banca della Provincia di Macerata
Il libro (foto di Pamela Natalini)
Il libro (foto di Pamela Natalini)

Luca Maria Cristini racconta ‘La Roccaforte del Buon Gusto’

Quante volte, senza esserne consapevoli, oltraggiamo il “buon gusto”, obbedendo a mode spesso imposte? Il gusto di abbinare colori, sapori, abitudini, del rispetto per gli altri? Lo oltraggiamo spesso. Lo annota l’architetto Luca Maria Cristini con un libretto saporito e ironico, “La Roccaforte del Buon Gusto” (Edizioni Affinità Elettive, 86 pagine, 14 euro), ricavato da una sua rubrica sul mensile di cultura e spettacolo marchigiano “Prima”.

Dai finti stemmi nobiliari sulla camicia “al gracchio dei malfermi altoparlanti grigi, che hanno tristemente sostituito il solenne suono delle campane di nobile bronzo”, dalle “finestre rinascimentali sul davanti, un patio eoliano sul retro e coppi anticati sul tetto” fino al “panettone farcito con la crema al limoncello e gocce di cioccolato”: Cristini fornisce un campionario di noi italiani esilarante e disarmante al tempo stesso.

Il buzzurro è in voi?

Avete fatto aggiungere un tubo di scarico gemellato alla vostra auto, già piena di Arbre magique? Ostentate con orgoglio una camicia con stoffa a rombi, due colletti e impunture a contrasto? Non vi perdete nessuna di quelle cene con “menù medievale”, servite nelle location più particolari da cameriere vestite di sacco di juta e apparecchiate su tavolacci della Pro loco con i gambi zincati? Avete anche voi iniziato almeno una delle collezioni preconfezionate di modellini auto anni ’60, di coltelli della tradizione, di orologi della Grande guerra, il tutto Made in China a euro 4,99 più il raccoglitore di plastica finto noce?
Forse non siete del tutto irrecuperabili… Però dovete fare presto, leggere attentamente e con levità le pagine di questo libro, infine affrontare serenamente il test finale: “il Buzzurro è in voi?”. Terminata la procedura, tranquillizzatevi, perché non c’è alcun problema… de gustibus non est disputandum!

Il libro ha la prefazione del giornalista Giancarlo Liuti e la postfazione della giornalista Maria Francesca Alfonsi. E’ stato presentato al pubblico sabato scorso, nel cortile della Pinacoteca, in occasione di “Nottambula”. L’appuntamento faceva parte della rassegna “Incontri con l’autore”, promossa dal direttore artistico de “i Teatri di Sanseverino”, Francesco Rapaccioni, nell’ambito del cartellone di eventi estivi “Aperti per ferie”.

Santo Stefano Riabilitazione