Home | Sport | Giro d’Italia, la maglia rosa Simon Yates vince l’Assisi-Osimo
Banca della Provincia di Macerata
Il ciclista inglese al traguardo di Osimo

Giro d’Italia, la maglia rosa Simon Yates vince l’Assisi-Osimo

L’undicesima tappa del Giro d’Italia è passata per San Severino, siamo andati in Rai e sul canale internazionale Eurosport, abbiamo salutato la carovana dei protagonisti con entusiasmo e con un grande striscione a Cesolo, nonché con un eccezionale lavoro sul campo sportivo di Serralta. Le riprese televisive fatte dall’elicottero hanno immortalato l’immagine.

Eccola l’opera del Comitato di Serralta e del gruppo del Tiro alla fune:

Molte persone hanno seguito il passaggio del Giro che, proveniente da Castelraimondo, era diretto verso Cingoli, Filottrano (in omaggio al campione Michele Scarponi) e, infine, Osimo, dove era atteso l’arrivo della tappa. I ciclisti erano partiti da Assisi.

La cronaca

L’Assisi-Osimo, col ripido «muro» che portava al traguardo, doveva essere affare da cacciatori di classiche e infatti, riassorbita una lunga fuga a tre (De Marchi, Masnada, Louis Leon Sanchez) alla base della salita finale sono scattati due specialisti come Tim Wellens e Zdenek Stybar. Ma il loro tentativo è abortito a mille metri dal traguardo quando la maglia rosa Simon Yates ha rotto ogni indugio ed è scattato sul ciottolato al 12% di Osimo conquistando la seconda vittoria al Giro dopo quella del Gran Sasso. Alle sue spalle, un Tom Dumoulin sempre più in palla ha stretto i denti e perso solo 2” (oltre ovviamente all’abbuono) dall’inglese della Mitchelton-Scott. Dopo il bravissimo Formolo (terzo a 5”) la premiata coppia Pinot & Pozzovivo, che ha reso 8”. Più indietro Fabio Aru, che ha perso 21” e soprattutto Chris Froome che ha ceduto ben 40” in poco più di un chilometro: un’enormità. Yates prosegue nel suo intento: guadagnare ogni secondo possibile per minimizzare la cronometro di martedì prossimo, dove Dumoulin dovrebbe/potrebbe rosicchiargli oltre tre minuti. In classifica generale Yates ha 47” di vantaggio su Dumoulin, Pinot è terzo a 1’04”, Pozzovivo quarto a 1’18”. Il ritardo di Aru è di 3’10” (il sardo è risalito al decimo posto della generale) mentre Froome è precipitato a 3’20”.

Cesolo

Anche qui in azione i volontari del Comitato di frazione:

 

Santo Stefano Riabilitazione