Home | Cronaca | Rispetto delle regole: Lions Club Bikers premia alunni Itis
Banca della Provincia di Macerata
La foto di gruppo
La foto di gruppo dopo la premiazione

Rispetto delle regole: Lions Club Bikers premia alunni Itis

Il teatro Italia ha ospitato il Service dei Lions Bikers che, rappresentato dal professor Francesco Forti, è stato riservato agli alunni delle classi prime e seconde dell’Istituto tecnicoe “Eustachio Divini”.
Un’iniziativa nata nel segno della solidarietà che si è concretizzata con una lezione sul tema “Adolescenti oggi”, tenuta da Stefano Galeazzi, vice presidente dell’associazione Di.Te., associazione nazionale dedicata alle dipendenze tecnologiche. Nel corso della stessa mattinata è stato ospitato anche un incontro con il capitano Giacomo De Carlini, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Tolentino, che ha affrontato l’argomento del rispetto delle regole e delle responsabilità personali. E’ intervenuto pure il vice sindaco Vanna Bianconi, mentre per il “Divini” era presente il Dirigente scolastico, Rita Traversi.
Alla speciale lezione di formazione per gli studenti è seguita la consegna di dodici caschi offerti dall’associazione Lions Club Bikers ai migliori alunni delle classi prime. Per la 1^ A sono stati premiati Leonardo Forconi e Tommaso Tittarelli, per la 1^B Alessandro Staffolani e Ambra Verdini, per la classe 1^C Riccardo Esposto e Giacomo Salvatori, per la classe 1^D Francesco Crescenzi e Gian Marco Rossetti, per la 1^E Andrej Papala e Francesco Trojani, per la classe 1^F Elia Esposto Cesolari e Riccardo Valentini.
I ragazzi hanno dimostrato un ottimo comportamento evidenziato attraverso la partecipazione attiva, il totale coinvolgimento, l’interesse e l’impegno nel voler essere protagonisti responsabili del percorso di crescita.
“Il piccolo ma prezioso aiuto dei Lions – sottolinea il professor Francesco Forti, rappresentante dell’associazione – vuol dimostrare la vicinanza alla scuola e ai ragazzi, per non farli sentire soli ed abbandonati. Essi infatti debbono vedere il futuro nel segno della speranza, ma perché ciò accada occorre che le istituzioni, gli enti le associazioni di volontariato si mobilitino, con azioni concrete, dimostrando vicinanza al percorso di crescita ed ai loro interessi”.