Home | Cultura | Libro sugli animali che popolano la Riserva del San Vicino
Banca della Provincia di Macerata
Il presidente Matteo Cicconi e il Dirigente scolastico Sandro Luciani
Il presidente Matteo Cicconi e il Dirigente scolastico Sandro Luciani

Libro sugli animali che popolano la Riserva del San Vicino

Il lupo ma anche il gatto selvatico, i cinghiali e i caprioli, la lepre e la volpe, poi l’aquila reale, il picchio, i tanti anfibi e i rettili. Il mondo animato della Riserva naturale regionale del monte San Vicino e del monte Canfaito è finito in un volume edito dall’Unione montana Potenza, Esino e Musone di San Severino. Il titolo dell’opera è “Mammiferi, uccelli… e non solo”.
Ottanta pagine con testi di Enrico Cordiner, Nicola Felicetti, Carlo Nardi e Marco Praga e foto di Nazzareno Polini insieme a tavole di impronte di Sara Marini, tavole cartografiche di Danilo Procaccini, che raccontano la flora di quello che è un gioiello di grande valore ambientale e con grandi potenzialità turistiche e ricettive.
Il coordinamento tecnico scientifico e progettuale è a cura di Nicola Felicetti e Marco Praga, quello amministrativo a cura di Iole Folchi Vici.
“Amare, rispettare, proteggere curare, valorizzare e tutelare l’ambiente inteso come la nostra “prima casa” – scrive nella premessa al testo il presidente dell’Unione montana, Matteo Cicconi – è forse il modo spiritualmente più elevato per amare se stessi e il prossimo imparando a convivere senza sopraffazione alcuna con tutte le specie che ci circondano”.
La pubblicazione è stata simbolicamente consegnata alle scuole settempedane nel corso di una breve cerimonia che ha visto insieme il presidente della stessa Unione montana e il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi”, Sandro Luciani.
“Siamo voluti partire dalle scuole ma copie del volume saranno disponibili presto presso le Pro loco e negli uffici informazioni oltre che nei Comuni dell’Unione – spiega ancora Cicconi –. Spero che l’educazione ambientale sia anche un modo di vivere il territorio e la natura che ci circonda”.

Gli animali selvatici della Riserva naturale regionale descritti nel libro sono solo i più rappresentativi, per le loro caratteristiche comportamentali e morfologiche ma anche per il loro valore culturale e naturalistico, tra tutti quelli presenti in questa meravigliosa oasi. Per ogni animale, o gruppi di animali, vengono riportate informazioni sintetiche riguardanti l’aspetto, le abitudini e gli ambienti di vita attraverso descrizioni dal rigore scientifico ma che adottano una terminologia comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Un vero e proprio viaggio nel mondo della natura attraverso capitoli dedicati ai mammiferi selvatici, agli uccelli, agli anfibi e ai rettili. Nel libro c’è anche spazio per qualche suggerimento per disegnare la natura, per una check list dei vertebrati selvatici della Riserva e per sfatare falsi miti e per fare della buona educazione informando. Non è vero, infatti, che il pipistrello si attacca ai capelli, che la faina uccide per succhiare il sangue, che la vipera arriva dal cielo e che l’istrice lancia aculei.