Home | Sport | La Settempeda a Esanatoglia: in palio c’è il secondo posto
Banca della Provincia di Macerata
Mulinari, capitano dei biancorossi
Mulinari, capitano dei biancorossi

La Settempeda a Esanatoglia: in palio c’è il secondo posto

Il campionato riprende la propria marcia con l’ottava giornata e per la Settempeda c’è la difficile trasferta di Esanatoglia. Partita molto attesa, ma questa volta ancor di più. Sembra che qualcuno abbia voluto divertirsi, scegliendo di far giocare questa sfida proprio nel momento in cui c’è stato l’aggancio fra le due e questo mette ancora più pepe in un confronto che potrebbe voler dire molto in ottica play off e secondo posto. Le due formazioni, infatti, sono appaiate alle spalle della capolista Fabiani a quota 45 punti e allora è facile capire che peso specifico abbia questo match. Chi riuscirà a spuntarla potrebbe mettere una seria ipoteca sul secondo posto, posizione che potrebbe essere decisiva al momento dei play off. E’ logico, dunque, che si debba giocare per cercare di ottenere l’intera posta in palio ed è certo che nessuno si tirerà indietro. Si affronteranno due delle migliori squadre del girone F e si daranno battaglia per tutti i 90’ con l’obiettivo di puntare al massimo. L’Esanatoglia in casa è una vera macchina da punti: 29 conquistati grazie alle 9 vittorie e ai due pareggi. Riuscirà la Settempeda ad interrompere questa imbattibilità? Difficile rispondere, certo è che i biancorossi hanno le armi per riuscirci e ci proveranno forti del miglior attacco del torneo (60 reti). Di contro ci sarà la seconda miglior difesa (21 reti subite) e una squadra particolarmente aggressiva e coriacea, specie sul terreno amico. Bisognerà anche vedere l’aspetto mentale e chi arriverà meglio alla sfida dopo il turno di stop. Lo stato d’animo delle due contendenti rappresenterà un aspetto fondamentale e le due alla sosta sono giunte in un modo ben diverso: Settempeda caricata dal largo successo sul Visso merito di una prestazione convincente di un gruppo che sta bene; Esanatoglia delusa dalla caduta di Castelraimondo e desiderosa di riscatto. Staremo a vedere sul campo chi arriverà più pronto ed è certo che nessuno potrà sbagliare approccio alla partita, altro aspetto che potrà pesare e non poco sull’esito della partita. Gli ingredienti per assistere ad una grande gara ci sono tutti e non resta che attendere il fischio di inizio (sabato 7 aprile, alle ore 16) confidando in un bello spettacolo all’insegna della sportività anche sugli spalti dove è atteso il pubblico delle grandi occasioni con folta rappresentanza biancorossa.

r. p.

Santo Stefano Riabilitazione