Home | Cronaca | Tamponamento lungo la “Septempedana”: due i feriti
Banca della Provincia di Macerata
Le auto coinvolte nel tamponamento
Le auto coinvolte nel tamponamento

Tamponamento lungo la “Septempedana”: due i feriti

Pomeriggio di paura, quello di ieri, lungo le strade del territorio di San Severino per un incidente grave accaduto intorno alle 15. Protagonisti due uomini e una donna, nessuno dei quali residente nel centro sanseverinate. Il luogo del sinistro è stato la trafficata arteria provinciale 361, in direzione di Passo di Treia, poco dopo la deviazione per l’isola ecologica della frazione di Taccoli.

Un’auto era ferma per dare la precedenza ai veicoli provenienti dal verso opposto, in attesa di effettuare la manovra di svolta a sinistra.

Una prima auto si è fermata dietro alla macchina in procinto di svolta e, subito dopo, un’Opel scura si è accodata. In capo a pochi secondi è sopraggiunta una Ford Ka che ha terminato la sua corsa sul lato posteriore della Opel, il cui giovane al volante è rimasto illeso. All’interno dell’abitacolo due coniugi: il conducente, ferito in maniera non grave, che poco dopo è stato trasportato all’ospedale di Macerata in autoambulanza. Al suo fianco la consorte, di 73 anni, le cui condizioni sono apparse subito delicate, dato che nell’incidente ha battuto il capo. Immediatamente allertate le forze dell’ordine ed i soccorsi, sul luogo del tamponamento sono sopraggiunti in breve due autoambulanze, una unità dei Vigili del fuoco, una pattuglia della Polizia stradale e due agenti della Polizia municipale di San Severino. I rilievi sono stati effettuati dalla Stradale, mentre la Municipale ha disciplinato il traffico lungo la trafficata arteria provinciale per circa tre quarti d’ora.

A una prima disamina dei fatti, secondo quanto riportato dalla pattuglia della Municipale, non si sono notati segni di frenata da parte del mezzo che ha tamponato l’auto che si trovava ferma davanti, cosicché si potrebbe ipotizzare che a causare l’incidente sia stato un momento di disattenzione del driver o un improvviso malore accusato dal conducente dell’utilitaria metallizzata.

A preoccupare i sanitari è stata tuttavia la sorte della donna rimasta ferita al capo, tanto che è stato ritenuto necessario l’utilizzo dell’eliambulanza. L’elicottero giallo è giunto in circa venti minuti da Ancona ed ha provveduto a trasportare a Torrette la donna che era stata stabilizzata dai sanitari del 118 nella seconda autoambulanza giunta sul posto dello scontro.

L’urto fra le due auto ripropone il tema della sicurezza in una zona dove si sono registrati numerosi incidenti in passato.

Luca Muscolini