Home | Sport | Epifania in trasferta: Settempeda apre 2018 col Rione Pace
Banca della Provincia di Macerata
Mulinari, capitano dei biancorossi
Mulinari, capitano dei biancorossi

Epifania in trasferta: Settempeda apre 2018 col Rione Pace

Il 2017 della Settempeda è già in archivio e ci è finito con il pari casalingo contro la Folgore Castelraimondo che ha sancito questa situazione di classifica: una coppia di squadre in testa con i biancorossi ad inseguire, praticamente attaccati, ad una sola lunghezza. Si riparte da qui, dunque, con l’inseguimento della Settempeda ad una vetta assai vicina e con l’obiettivo di non perdere terreno e, magari, di riuscire ad operare il sorpasso. Restano ancora due turni per salutare il girone di andata e la ripresa del campionato propone il quattordicesimo e penultimo appuntamento prima di definire la formazione campione di inverno. Il giorno dell’Epifania, che fa terminare le feste, coincide quest’anno con il primo impegno del nuovo anno e per i ragazzi di Ruggeri è in programma la trasferta di Macerata contro il Rione Pace. E’ una ripresa dell’attività che dovrà dire come le squadre abbiano lavorato durante la sosta e di conseguenza se saranno in grado di ripartire al meglio, aggirando le incognite che ci sono sempre quando si rimane fermi a lungo. Fra queste ci sono, sicuramente, quelle legate al fatto di ritrovare il giusto ritmo partita e quelle di saper mettere subito in campo la testa giusta e le gambe pimpanti per poter rendere al meglio. Staremo a vedere cosa accadrà, certo è che la Settempeda avrà un bel banco di prova per dare e avere risposte in merito. In effetti tornare in campo contro il Rione Pace non è certo compito dei più semplici, specie in casa dei maceratesi. Sul proprio terreno, infatti, il Rione Pace è da temere particolarmente e poi è squadra di valore con individualità, specie in attacco, di tutto rispetto. Testimonianza di ciò è anche la classifica che mostra i locali in sesta posizione proprio a ridosso della zona play off, obiettivo senz’altro alla portata. Ovvio che la Settempeda si dimostrerà pronta ad una sfida da zone alte, consapevole dei rischi che l’aspetta e arriverà a Macerata determinata a centrare un risultato utile per poter proseguire la marcia. Sarà necessario usare attenzione e determinazione, ma i biancorossi hanno già dimostrato molte volte di saper avere il giusto approccio e di saper far bene anche in campi insidiosi da dove spesso sono usciti con il bottino pieno in tasca. Contestualmente al campionato, sono giunte novità in tema di Coppa Marche, competizione nella quale la Settempeda è ancora in lizza. Sono stati resi noti, infatti, i triangolari dei quarti di finale. Dodici le formazioni interessate suddivise in quattro gironi da tre. Passeranno alle semifinali (gara unica il 28 marzo, mentre la data della finalissima, in campo neutro, verrà decisa più avanti) le prime di ogni gruppo. Biancorossi inseriti nel gruppo C con Real Tolentino, conoscenza del campionato, e Rapagnano, capolista attuale del girone E. Previsti tre incontri: uno a febbraio e due a marzo. La Settempeda esordirà il 14 del prossimo mese in trasferta sul campo del Real.

Roberto Pellegrino

Santo Stefano Riabilitazione