Home | Sport | Settempeda “corsara” a Tolentino: la vetta ora è a -2
Banca della Provincia di Macerata
Lorenzo Rocci
Lorenzo Rocci

Settempeda “corsara” a Tolentino: la vetta ora è a -2

Successo di squadra, di cuore e della voglia di vincere. Così può essere definita l’impresa compiuta dalla Settempeda al “Ciommei” sul campo del Real Tolentino al termine di una gara che ha premiato i biancorossi in una giornata prima complicata poi positiva, visto che i tre punti conquistati vogliono dire secondo posto in classifica, a meno due dalla vetta. Settempeda dai due volti quella vista in azione: non bella e in difficoltà quella del primo tempo; migliore, più in partita, coriacea e grintosa quella del secondo tempo. Una squadra, quella di Ruggeri, che ha saputo resistere e non sbracare nella prima frazione(molte le occasioni da rete per i locali) per poi riemergere dopo l’intervallo, anche grazie alle correzioni tattiche apportate dall’allenatore, tanto da ribaltare la situazione e andare a vincere siglando tre gol. Il periodo vissuto dai settempedani si conferma non brillantissimo e fatto di alti e bassi all’interno della stessa partita, ma saper portare a casa il risultato pieno ugualmente è un valore aggiunto e un segnale positivo che fa ben sperare per il prosieguo del campionato ormai prossimo alla sosta (sabato prossimo 16 dicembre si giocherà l’ultimo turno prima dello stop e la Settempeda lo farà in casa nel derby contro la Folgore Castelraimondo).

La cronaca

E’ la dodicesima giornata e la Settempeda affronta l’insidiosa trasferta di Tolentino. I padroni di casa sono a ridosso della zona play off alla quale puntano, mentre gli ospiti vogliono dar seguito alla serie positiva magari prolungandola con altri tre punti utili a mantenere la posizione da podio in classifica. Real Tolentino in formazione tipo. Settempeda con qualche defezione. Con l’indisponibilità di Paciaroni e Selita, in difesa vengono confermati Elisei e Ciccotti. A centrocampo, visto che Dialuce non è al meglio, c’è la novità Amarildo Dedja, l’ultimo arrivato. Il rinforzo del mercato invernale proveniente dal Camerino, va subito in campo formando la coppia di mediani centrali con Rossi. L’avvio di partita è da shock per la Settempeda. Pallone lungo verso l’area che trova posizionata male la difesa e così Zenobi può calciare in porta. Tiro che non appare irresistibile, ma lo diventa per la deviazione di Elisei che manda la sfera nell’angolino basso alla destra di Sorichetti che resta spiazzato. 0-1 e doccia fredda per i biancorossi e non solo per il clima. La Settempeda abbozza una reazione e lo fa collezionando angoli in serie(5) ma a parte qualche cross insidioso che passa nei sedici metri, non c’è nulla di particolare da segnalare. Ci si aspettano le palle gol ospiti e invece ecco arrivare quelle del Real. Al 20’ Carradori prende palla al limite e dopo una bella finta calcia con il sinistro. Sorichetti in tuffo respinge. Passa un minuto e capitan Scarpacci trova il varco giusto per scaricare il destro dal limite. Sorichetti si distende verso l’angolino basso alla sua destra e accompagna in angolo il pallone. E’ sterile la manovra offensiva dei biancorossi che rischiano invece in difesa. Al 27’ Zenobi può appoggiare in area verso Carradori che prende la mira e piazza il destro, praticamente a colpo sicuro. Il tiro, però, esce sul fondo sfiorando il montante. Le iniziative personali valgono alla Settempeda i primi tiri verso la porta avversaria. Al 29’ Gianfelici parte centralmente e dopo un bello slalom calcia con il destro in diagonale. Marziali si allunga e smanaccia in corner. Nel finale di tempo ci prova Rocci girandosi e facendo partire un potente destro che Marziali blocca in tuffo. Episodio discusso qualche minuto prima con protagonista Fiecconi. Finte e dribbling del 10 che appena entrato in area va giù. Sembra esserci il tocco di un difensore e quindi gli estremi per il rigore, ma l’arbitro è dell’avviso contrario tanto da fischiare simulazione e ammonire il fantasista ospite. Dopo l’intervallo si presenta una Settempeda diversa nella veste tattica. Nel 3-5-2 varato da Ruggeri, Bonifazi, subentrato ad Elisei, fa la mezzala destra con Fiecconi esterno sinistro, mentre in difesa scala Meschini. Sembra la mossa giusta, perché la squadra più compatta e organizzata risponde bene con i giocatori più convinti e sicuri, primo fra tutti Fiecconi. Malgrado ciò la prima chance è ancora di marca Real. Ennesima palla lunga che sorprende la retroguardia ospite tanto che Carradori va in anticipo toccando di punta il pallone che termina largo di poco. Fiecconi, come detto, è propositivo e partendo da sinistra fa male ai tolentinati, come al minuto 8. Scambio con Francucci e servizio in area per Rocci che trova il guizzo per andare a sinistra verso il fondo da dove mette un cross rasoterra davanti alla porta che crea scompiglio tanto da indurre Cuccagna all’intervento maldestro con tocco finale dentro la propria porta. 1-1. La Settempeda ora è dentro la partita e al 22’ il sorpasso è cosa fatta. Fiecconi taglia il campo sulla trequarti e da destra trova un morbido lob che scavalca i difensori e ricade nella zona di Rocci che, sul filo del fuorigioco(qualche dubbio resta), si coordina perfettamente e in mezza girata anticipa Marziali in uscita e piazza in diagonale sotto l’incrocio dei pali più lontano. 1-2. Capovolto il risultato gli ospiti possono agire di rimessa. In un paio di circostanze manca precisione nell’ultimo passaggio che avrebbe potuto mandare in porta un attaccante. Si va verso un finale combattuto che vede il Real proteso in attacco e una Settempeda pronta a difendere il prezioso vantaggio e, ora sì, precisa e concentrata dietro. Rischi gli ospiti non ne corrono, anzi riescono a trovare due gol: uno buono, uno no. Quello annullato è al minuto 38. Angolo di Fiecconi che fa nascere una mischia in area che porta ad un doppio tiro biancorosso con l’ultimo di Francucci, girata da pochi passi, vincente, ma inutile perché cancellato dal fischio arbitrale causa fuorigioco del centravanti che però non c’è, perché sulla linea di porta c’erano portiere e difensore. Quello valido per il 3-1 definitivo, infine, giunge al termine del recupero(49’). Azione di contropiede che vede Francucci partire da centrocampo per poi presentarsi davanti a Marziali. Dribbling secco sul portiere e appoggio semplice con il piatto sinistro nella porta vuota. Gol e triplice fischio.

Il tabellino

REAL – SETTEMPEDA 1-3
MARCATORI: pt 2’ Zenobi, st 8’ Cuccagna aut., 22’ Rocci, 49’ Francucci
REAL TOLENTINO: Marziali, Falconi, Cervelli, Cuccagna, Paparoni(st 45’ Perrotti), Pelliccioni, Chiavarini, Scarpacci(st 17’ Acuti), Carradori, Gentili(st 41’ Firmani). A disp. Sori, Cavalieri, Mariantoni, Moscatelli. All. Ferranti
SETTEMPEDA: Sorichetti, Elisei(st 1’ Bonifazi), Ciccotti, Dedja, Meschini, Mulinari, Rocci, Rossi, Francucci, Fiecconi, Gianfelici(st 42’ Giorgi). A disp. Spadoni, Latini, Dialuce, Pinkowski, Fattori. All. Quagliuzzi(Ruggeri squalificato)
ARBITRO: Albanesi di Macerata
NOTE: spettatori 80 circa. Angoli: 2-10. Recupero: pt 1’, st 4’

Roberto Pellegrino

Santo Stefano Riabilitazione