Home | Cronaca | Demolizioni: ora tocca anche al vecchio “Bar dello stadio”
Banca della Provincia di Macerata
Il vecchio Bar dello stadio
Il vecchio Bar dello stadio

Demolizioni: ora tocca anche al vecchio “Bar dello stadio”

Dopo l’abbattimento dell’edificio che storicamente ospitava il Bar dello sport, meglio conosciuto come il bar Eugeni, tocca a un altro locale indimenticabile finire sotto i colpi delle ruspe demolitrici: il Bar dello stadio! Il palazzo che fino al terremoto ospitava questo frequentatissimo luogo di ritrovo sarà infatti abbattuto. E sotto le macerie finiranno tanti bei ricordi di ciascuno di noi. Oggi l’attività viene esercitata in via Dante Alighieri, grazie anche a una nuova gestione, e chissà che fra una decina di anni (o magari anche prima, ce lo auguriamo!) non possa tornare nella sua storica sede accanto agli impianti sportivi, in particolare vicino allo… stadio!

Assieme a questo edificio (che ha il civico al numero 6 di via Galilei) viene demolita anche la palazzina che si trova in viale Mazzini (al civico 76) a ridosso della pista di pattinaggio. Il Comune ha emesso infatti, per entrambi gli edifici, un avviso pubblico per manifestazione di interesse da parte di operatori economici ad essere invitati alla procedura negoziata per il loro abbattimento.
L’intervento comprende l’esecuzione della demolizione totale dei due fabbricati secondo le indicazioni del Gts, il Gruppo tecnico di sostegno, ai sensi delle Ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 388 del 26 agosto 2016 e n.393 del 13 settembre 2016.
Per le opere è stata prevista una spesa di 133.698,96 euro di cui 127.138,96 euro per lavori e 6.560,00 euro per oneri relativi alla sicurezza. I lavori andranno conclusi entro 20 giorni dalla data di consegna.
L’opera è finanziata con i fondi da richiedere alla Protezione civile, in quanto rientrante tra le spese rimborsabili ai sensi dell’Ordinanza n.388 del 28/08/2016. Le richieste di partecipazione alla procedura dovranno essere presentate entro le ore 13 del 20 dicembre 2017.

Nel frattempo, esulando dal tema-terremoto, il Comune ha emesso anche un avviso pubblico per manifestazione di interesse da parte di operatori economici ad essere invitati alla procedura negoziata per l’appalto dei lavori di miglioramento sismico del ponte sul fiume Potenza di via Collio (quello delle vecchie scuole elementari, per intendersi!) da aggiudicare con il criterio del minor prezzo determinato dal massimo ribasso percentuale rispetto all’importo complessivo a base di gara che è di 110.400,40 euro di cui 107.258,73 per lavori e 3.141,67 per oneri di sicurezza.
Devono essere realizzate solette in cemento armato sulla sede viaria del ponte, previa rimozione della pavimentazione stradale esistente e ripristino finale della stessa.
Le opere, finanziate ai sensi del decreto del Dipartimento di Protezione civile n.134 del 21/01/2011 inerente contributi urgenti e indifferibili su ponti e viadotti, con Decreto n.377 del 26/11/2015 del dirigente del Servizio Infrastrutture della Regione Marche, prevedono un termine di esecuzione di 180 giorni dalla data di consegna dei lavori. Le richieste di partecipazione alla procedura dovranno essere presentate entro il 16 dicembre 2017 ore 13.