Home | Sport | La Settempeda batte Cingoli e mantiene il terzo posto
Banca della Provincia di Macerata
Tommaso Gianfelici
Tommaso Gianfelici

La Settempeda batte Cingoli e mantiene il terzo posto

Ha fatto il proprio dovere la Settempeda che ha sfruttato appieno il turno casalingo per mettere tre punti in più in classifica. Come da pronostico i biancorossi hanno avuto la meglio sul San Francesco Cingoli, terzultimo, per 2-1 proseguendo così la serie positiva e confermando il terzo posto in un turno interlocutorio per la zona di vertice (tutte le rivali dirette hanno vinto). Alla vigilia c’era l’idea che potesse essere una sorta di formalità battere i cingolani, in realtà non è stato proprio così a parte i primi 20’ di gara. In effetti la Settempeda ha dovuto sudare più del previsto per spuntarla e specie nella ripresa ha dovuto stringere i denti per non farsi raggiungere dopo essersi portata sul doppio vantaggio. Locali che hanno avuto diverse chance per arrotondare il punteggio e chiudere anzitempo i conti, ma l’imprecisione e la frenesia nel concludere hanno avuto il sopravvento. Oltre a ciò si è notato un certo calo atletico e qualche disattenzione di troppo (squadra lunga e reparti un po’ troppo distanti), ma come si dice “tutto è bene quel che finisce bene” e così è stato per il successo conquistato. Insomma, tirando le somme da salvare c’è senz’altro il bottino pieno, mentre per la prestazione si dovranno attendere tempi migliori. Settimana entrante che sarà da affrontare con la giusta attenzione per lavorare bene in modo da preparare al meglio l’insidiosa trasferta contro il Real Tolentino (sabato 9, ore 14.30).

La cronaca

Per la giornata undici la Settempeda riceve la visita del S. Francesco Cingoli e l’obiettivo è quello di tornare al successo, dopo due pari, e tenere il ritmo giusto per non perdere contatto dalle prime due. Ospiti che inseguono punti pesanti per risalire la china e lasciarsi alle spalle la zona pericolosa. Nell’undici di partenza scelto da mister Ruggeri (in tribuna per squalifica) manca Paciaroni e così in difesa gioca Ciccotti, mentre a centrocampo c’è la conferma di Dialuce. Nel San Francesco Cingoli la novità più rilevante è tra i pali dove al posto di Spurio (influenzato) fa il debutto assoluto il giovane Foca (classe 2001) portiere della Juniores. L’inizio delle ostilità è vivace e gli ospiti sono vivaci tanto che il primo affondo è loro. Subito dopo Rocci è in area ed è libero per poter calciare, ma il destro è impreciso. Al minuto 11 il match si sblocca. Tutto nasce da una manovra offensiva cingolana con pallone che viene catturato da Mulinari il quale parte a tutta palla al piede. Il capitano biancorosso arriva fin sulla trequarti e poi allarga verso destra per servire Fiecconi che scatta con i tempi giusti. Controllo e preciso diagonale ad incrociare che si spegne nell’angolino basso alla destra di Foca. 1-0. Al 15’ il raddoppio sembra cosa fatta. Punizione da zona centrale a circa 22 metri dalla porta ospite. Fiecconi spedisce un destro a scendere che Foca in qualche modo va a deviare con i piedi. Sulla corta respinta si getta Gianfelici che da distanza minima calcia clamorosamente sul fondo in diagonale. Al 27’ però Gianfelici si rifà. Il numero 11 scende a destra lungo la linea laterale e va al cross. La traiettoria che ne viene fuori è in pratica un tiro che scende verso la porta andandosi poi ad infilare sotto la traversa. Nulla da fare per il giovanissimo Foca che può solo osservare il 2-0. Sembra mettersi davvero bene per i locali che possono gestire grazie al doppio vantaggio e giostrare di rimessa e così facendo creano alcune occasioni. Al 35’ Rocci dopo un bel numero in controllo può calciare rasoterra da dentro l’area. Foca si allunga e dice di no. Sul pallone prova ad avventarsi Gianfelici che viene anticipato da un difensore. Al 37’ Francucci lavora bene palla e quindi serve verso destra l’accorrente Gianfelici (davvero vivace in questo primo tempo) che ferma palla e spara in porta. Foca rimedia a mani aperte. Prima dell’intervallo c’è spazio anche per il San Francesco che vede Carbone servire Latini che dalla lunetta indirizza verso Sorichetti che si distende a blocca. Dimostrando di stare in partita il gruppo di Ultimi comincia la ripresa con vigore e coraggio. Tale intraprendenza è premiata al minuto 7. Carbone riceve in area, salta un uomo e poi in girata mette il rasoterra in diagonale lontano dalla portata del portiere avversario. 2-1 e match riaperto. Con il risultato in bilico, e ci rimarrà fino alla fine, la Settempeda perde sicurezza e mostra qualche titubanza anche per un calo atletico. Mister Ruggeri inizia a cambiare (in realtà già l’aveva fatto dopo il riposo con Selita per Meschini) per trovare più equilibrio e compattezza, ma non ci riesce completamente. Al 15’ Selita sfonda a sinistra e da lì pennella un morbido cross per la testa di Francucci. Il tiro a colpo sicuro trova il corpo di un avversario. Sul prosieguo dell’azione prima è Fiecconi a tirare sull’esterno della rete poi è Francucci a mancare la girata risolutiva. La Settempeda in questo scorcio di partita si produce nello sforzo maggiore per provare a chiuderla. Rocci verticalizza per Francucci che arriva quasi in porta e poi calcia sul fondo di poco; Rocci ci prova di potenza dalla lunga distanza e Foca con i pugni accompagna in angolo. Alla mezzora su cross di Francucci si coordina bene Fiecconi per battere al volo ma un avversario arrivando da dietro lo anticipa con l’intervento che si trasforma in tiro in porta con Foca costretto al tuffo per evitare la beffa. Al 31’ gli ospiti si fanno insidiosi. Colpo di testa di Tomassoni che Sorichetti blocca, poi il portiere biancorosso è impegnato di più su tentativo di Carbone deviato con la punta del piede in angolo. Al 35’ Fiecconi trova il varco per un rasoterra che Foca devia in tuffo. Il pallone si alza davanti alla porta dove c’è Francucci che appoggia comodamente in rete, ma è un gol inutile perché viene annullato per fuorigioco dello stesso centravanti. Si resta sul 2-1. Nei minuti conclusivi il San Francesco ci prova con volontà, senza però creare occasioni clamorose, In contropiede la Settempeda alleggerisce la pressione e Francucci tenta un altro tiro che Foca ribatte con i piedi. Il recupero è combattuto, ma la Settempeda tiene botta portando a casa un bottino di tre punti molto prezioso.

Il tabellino

SETTEMPEDA – SAN FRANCESCO 2-1
MARCATORI: pt 11’Fiecconi, pt 27’Gianfelici, st 7’Carbone
SETTEMPEDA: Sorichetti, Elisei, Ciccotti, Dialuce(st 33’Giorgi), Meschini(st 1’Selita), Mulinari, Rocci, Rossi, Francucci, Fiecconi(st 40’Fattori), Gianfelici(st 25’Bonifazi). A disp. Spadoni, Testa, Latini. All. Ruggeri
S.FRANCESCO CINGOLI: Foca, Raffaelli, Scattolini, Del Bianco(st 37’Poloni), Arbusti, Cristalli, Giattini(st 16’Cacciamani), Tomassoni, Carbone, Tiranti(st 43’Fugante), Latini(st 19’Ugolini). A disp. Giulianelli, Sandroni, Tittarelli. All. Ultimi
ARBITRO: Bruscantini di Macerata
NOTE: spettatori 100 circa. Ammoniti: Scattolini. Angoli: 6-2. Recupero: pt 1’, st 4’

Roberto Pellegrino

Santo Stefano Riabilitazione