Home | L'intervista | Il cinema strizza l’occhio a “Miss Starlet” Giada Piermattei
Giada Piermattei è "Miss Starlet 2017"
Giada Piermattei è "Miss Starlet 2017"

Il cinema strizza l’occhio a “Miss Starlet” Giada Piermattei

Vive in camper da un anno, assieme ai suoi genitori, per colpa del terremoto, ma una fascia da Miss – conquistata a Caserta nel concorso nazionale “Ragazza cinema Ok” – le ha restituito il sorriso e la gioia di fare le cose che più le piacciono, a cominciare dalla pallavolo. Protagonista di questa bella storia è una 17enne di San Severino, Giada Piermattei, studentessa del Liceo sportivo di Camerino. L’abbiamo incontrata nel piazzale dell’ospedale, dove ormai da un anno “risiede” con la mamma Betti e il papà Gabriele. Il caldo sole di questo ottobre riscalda la nostra chiacchierata di fronte alla loro “casa mobile”.

Allora, Giada, ci racconta questa esperienza?

“Unica delle Marche, sono stata ammessa alla fase conclusiva del concorso diretto dal regista Massimo Civale, ‘Ragazza cinema Ok’, giunto alla 31^ edizione. Eravamo una trentina, provenienti un po’ da tutt’Italia: non ho vinto, ma la giuria mi ha premiata con la fascia di Miss Starlet, uno dei pochi titoli in palio”.

Com’era organizzato il concorso?

“Molto bene, ci hanno trattato meravigliosamente. Non era una semplice sfilata di bellezza: abbiamo fatto lezioni di portamento, prove di ballo per la sigla; poi l’impatto con le telecamere… Tutto si è svolto in uno studio televisivo perché la finale è stata trasmessa sul canale 903 di Sky. Il concorso nasce dall’idea di cercare nuove attrici per il cinema italiano”.

Ma le piacerebbe entrare nel mondo dello spettacolo?

“Non è il mio sogno del cassetto, però non si sa mai… Questa esperienza è nata per gioco lo scorso anno quando un amico mi ha invitato a Montefano a partecipare a ‘Una ragazza per il cinema’. Durante le selezioni ho vinto parecchie fasce e, poi, anche la finale delle Marche a Porto San Giorgio. Ho guadagnato così l’accesso alla fase nazionale, in Sicilia, dove però non sono andata per motivi familiari. Sempre nel 2016 sono stata eletta, a livello regionale, Miss Gran Prix Auto. Allora ci ho preso gusto, fino ad arrivare (lo scorso 6 e 7 ottobre; ndr) al concorso di Caserta”.

Insomma, una bella avventura!

“Piacevole, sì… I due giorni in Campania sono stati stupendi sia dal punto di vista formativo, sia a livello personale: ho fatto nuove amicizie, scambiato idee con gente che frequenta set e cast televisivi e ho sostenuto dei provini che potrebbero anche riservarmi delle sorprese. Staremo a vedere, intanto tutte le finaliste hanno ricevuto un attestato di partecipazione dell’Accademia cinematografica che dà crediti per il proprio curriculum”.

E adesso?

“Ora, dopo un periodo di stop, sono tornata a giocare a pallavolo in Prima divisione con la squadra di San Severino e spero di far bene. Ma in primis ho la scuola e il grande desiderio di tornare a casa mia, a Stigliano, dove siamo in attesa di poter avviare i lavori di riparazione dell’abitazione che lesionata solo in parte, si trova in ‘zona rossa’ per via di altri edifici da demolire”.

Giada è una ragazza che sa stare con i piedi per terra, ma alla sua età è pure giusto sognare e nutrire belle aspirazioni. Così la strada dello spettacolo, e del cinema in particolare, che in questo momento le sta strizzando l’occhio, potrebbe anche risultare una bella prospettiva per il suo futuro. Del resto, nelle Marche ha sbaragliato tutte le concorrenti, perché ha le carte in regola per emergere. E il carattere non le manca… Chissà che non la vedremo presto sul piccolo o grande schermo! Allora, Giada, “in bocca al lupo” …

m. g.