Home | Economia | Confartigianato su contributi, zona franca e busta ‘pesante’
Banca della Provincia di Macerata
Sala Aleandri gremita per l'incontro promosso da Confartigianato
Sala Aleandri gremita per l'incontro promosso da Confartigianato

Confartigianato su contributi, zona franca e busta ‘pesante’

I vertici della Confartigianato provinciale – in testa il presidente settempedano Renzo Leonori – hanno presentato i numeri del dopo-sisma. L’ufficio speciale per la ricostruzione della Regione – sede di Macerata – ha emesso finora 288 decreti di concessione di contributi, per una cifra totale di 25 milioni di euro, di cui 169 per delocalizzazioni temporanee di imprese, 119 per la ricostruzione di edifici. Nel sistema informatico Mude, nato per gestire i progetti di ricostruzione, ce ne sono 1.210 in istruttoria e 779 in compilazione. La scadenza per la presentazione dei progetti al momento rimane quella del 31 dicembre. All’incontro, svoltosi nella sala Aleandri del Feronia, sono intervenuti – fra gli altri – il sindaco Rosa Piermattei e il presidente del settore edile, Pacifico Berrè.

“Noi sindaci – ha detto la Piermattei – dobbiamo lottare uniti ma abbiamo bisogno del supporto di associazioni, come la Confartigianato, perché vedo che più si va avanti e più la burocrazia diventa difficile e questo mi preoccupa perché i tempi rischiano veramente di allungarsi. Da parte nostra, come Amministrazione comunale, ce la stiamo mettendo veramente tutta e questo significa anche che vi siamo davvero vicini”. “La complicazione più grave del sisma è proprio la burocrazia – ha rimarcato il presidente Leonori –. Le aziende non sono ancora ripartite anche a causa della crisi portata dal terremoto, ma ci sono criticità che riguardano il pagamento dei contributi, la restituzione della busta paga pesante e la zona franca”.

Santo Stefano Riabilitazione