Home | Attualità | Tutti a Canfaito per fotografare il “Cuore nelle Marche”
Il Cuore nelle Marche
Il Cuore nelle Marche

Tutti a Canfaito per fotografare il “Cuore nelle Marche”

Anche quest’anno è arrivato l’autunno, con i suoi bellissimi colori caldi ed emozionanti! Gli Yallers delle Marche ne approfittano per organizzare un bellissimo evento nel luogo più identificativo di questa stagione: Canfaito. Lo scorso anno si erano iscritte all’evento circa 200 persone, ma a causa del sisma quel giorno l’evento fu annullato. Da qui l’idea di realizzare quest’anno un ambizioso progetto fotografico; però questa volta non ci concentreremo solo sul concetto di autunno, perché vogliamo realizzare un vero e proprio Cuore nelle Marche, disponendo i partecipanti a forma di cuore scattando poi una foto dall’alto utilizzando un drone. Più saranno i partecipanti e più grande sarà il cuore che riusciremo a realizzare!
Il 22 ottobre 2017 (dalle 9 alle 13.30) non mancate a questo appuntamento, facciamo vedere che le Marche sono vive più che mai!

Per chi non conoscesse ancora questo luogo magico, Canfaito deriva dal latino “campum faiutum” ovvero “campo di faggi”: è un altopiano situato a circa mille metri all’interno della Riserva naturale regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito. In quest’area sono situati dei faggi secolari, ma soprattutto il faggio più antico e grande delle Marche inserito tra i 300 alberi monumentali d’Italia.

Una volta realizzato lo scatto, procederemo con la passeggiata all’interno della faggeta, ammirando i suoi caratteristici colori e fotografandoli sfruttando le migliori angolazioni. Prima di terminare la passeggiata ci recheremo sul punto più di alto dell’altopiano da cui potremmo ammirare una vista sui Monti Sibillini. L’evento terminerà con un pranzo al sacco da gustare in compagnia. Sarà un momento per conoscerci e socializzare. Terminato il pranzo per chi vorrà ci recheremo ad Elcito, un antico castello eretto a difesa dell’abbazia benedettina di Valfucina: ancora oggi è un luogo molto suggestivo che merita di essere visto almeno una volta nella vita.

Gli Yallers delle Marche