Home | Sport | Seconda categoria: Settempeda, primo stop con la Fabiani
Banca della Provincia di Macerata
Il difensore Latini
Il difensore Latini

Seconda categoria: Settempeda, primo stop con la Fabiani

Arriva alla terza giornata il primo stop per la Settempeda che viene superata in casa dal Fabiani Matelica. Gli ospiti si impongono con il minimo scarto e grazie ad un rigore trasformato da Severini, episodio che decide un match che poteva concludersi sul nulla di fatto e sarebbe stato un risultato equo per quello che si è visto in campo. La prima sconfitta stagionale condanna oltre i propri demeriti una Settempeda che non è stata brillante come per gran parte dei precedenti incontri, ma che oggi era sembrata più costante e continua su tutti i 90’. Purtroppo per i biancorossi l’intervento sfortunato di capitan Mulinari in piena area al momento di fermare quella palla che gli è rimbalzata davanti e poi sul braccio destro, è costato carissimo e ha fatto svanire almeno un punto che sembrava alla portata. Per il resto è stata una buona Settempeda che ha giocato con attenzione tattica e ha avuto qualche iniziativa lodevole e pericolosa, ma anche qualche momento di frenesia e di nervosismo che ha inficiato sulla precisione di passaggi e cross che eseguiti con maggior concentrazione avrebbero potuto essere sfruttati al meglio. Comunque è stata una gara equilibrata, combattuta, ben giocata da due formazioni molto organizzate e ben messe in campo e pronte a sfruttare qualsiasi momento di disattenzione degli avversari. Nulla da dire al tirar delle somme circa il successo del Fabiani che non ha rubato nulla dimostrandosi, soprattutto dopo il vantaggio, squadra esperta, decisa e solida che non ha fatto regali in difesa ed ha saputo tenere il punteggio puntando anche su di un lecito ostruzionismo che ha fatto interrompere il gioco diverse volte con i fischi arbitrali, usati probabilmente anche più del necessario. Ora per la Settempeda da lunedì ci sarà tempo e modo per esaminare la partita con serenità con la consapevolezza che nulla di grave è accaduto e che la strada è lunga con tanti incontri da sostenere a cominciare dai due previsti nella prossima settimana: quello del secondo turno di Coppa Marche mercoledì 11(ore 21.00 stadio “Soverchia” contro la Vis Porto Sant’Elpidio) e quello di campionato in trasferta a Macerata contro la Robur (sabato 14 ore 15.30).

La cronaca

C’è ancora un big match per la Settempeda dopo quello di Sarnano. Al “Soverchia” arriva il Fabiani Matelica che , insieme ai biancorossi, viene indicato fra le squadre favorite. Pur essendo giunti soltanto alla terza giornata, il calendario ha riservato ai biancorossi tutti avversari di livello e di qualità. Anche il Fabiani rientra in questo gruppetto e quindi la sfida è particolarmente attesa e ritenuta indicativa per testare potenzialità e ambizioni di queste due formazioni. Il Fabiani, che deve cambiare marcia dopo un avvio un po’ frenato, va in campo con qualche assenza di rilievo, ma l’organico essendo di ottimo livello consente a Rustichelli di scegliere bene per presentare un 4-3-3 organizzato e di valore. La Settempeda è costretta a cambiare in difesa visto il forfait di Paciaroni(influenza) il cui posto va ad Elisei; ci sono invece ritorni importanti come quello di Sorichetti fra i pali e di Rossi in mezzo al campo. L’avvio di gara mostra una prova di intesa fra i due attaccanti di casa con Francucci che serve in area Rocci che viene anticipato da Sabbatucci in uscita bassa. Al 10’ il Fabiani va vicino al vantaggio. Sorichetti esce nella mischia respingendo fuori area dove Scotini controlla e calcia. Destro forte e angolato che si stampa sul palo. Da qui in avanti accade poco. Squadre attentissime e portate ad annullarsi. Al 27’ lo squillo lo porta Rocci. Il numero 7 biancorosso prende palla a centrocampo e parte a tutta sulla destra. Giunto in area effettua un cross che diventa un tiro in porta che vede Sabbatucci impegnarsi a fondo per evitare di essere beffato. Il portiere ospite si salva anche con l’aiuto della traversa. Al 33’ una delle tante punizione dal limite guadagnate dagli ospiti viene calciata, come accade per tutte le palle inattive, da Severini. Con il suo ottimo sinistro il numero undici cerca di sorprendere Sorichetti tirando verso il palo che il portiere deve coprire. In effetti è così perché Sorichetti rimane ben piazzato e sorretto dall’esperienza non si muove tanto da ribattere la conclusione. Nel recupero della prima fraqzione la Settempeda torna a farsi pericolosa. Ottima l’azione che si sviluppa in velocità con cross finale da sinistra di Meschini. Il pallone cade verso mil secondo palo dove Fiecconi, lasciato libero, calcia al volo di controbalzo. Destro che in diagonale esce di un soffio lambendo l’incrocio opposto. Il secondo tempo mostra i padroni di casa decisi ad affondare i colpi e ancora con Meschini in affondo a sinistra creano qualcosa di importante. Il tiro cross dell’esterno viene spinto in rete di testa da Francucci, ma l’arbitro annulla per fuorigioco del bomber biancorosso. Decisione che sembra corretta. Nulla di fatto e ancora zero a zero. Pareggio che però viene meno al 15’. L’azione del Fabiani sembra di quelle ordinarie e senza i crismi della pericolosità. Invece sullo spiovente da sinistra Mulinari, tutto solo a centro area, ha un attimo di indecisione con il pallone che dopo un rimbalzo a terra gli schizza sul braccio destro. Per l’arbitro ci sono gli estremi del fallo da rigore. Decisione che non appare scandalosa e ci può stare. Severini calcia forte a mezza altezza sulla sinistra di Sorichetti che intuisce e si tuffa riuscendo però solo a toccare la sfera che si infila. 0-1. Match che per forza di cose cambia fisionomia. Il Fabiani può gestire e controllare e lo fa al meglio non disdegnando di usare agonismo e l’astuzia necessaria. La Settempeda ci prova con orgoglio e cuore, ma c’è un po’ troppo nervosismo e le cose non sempre riescono. Nel giro di tre minuti ci prova per due volte Fiecconi. La prima è su punizione. Destro rasoterra che prova a sorprendere Sabbatucci che però fa buona guardia e blocca. La seconda dal limite. Girata improvvisa di sinistro che il portiere ferma in due tempi. I biancorossi ci provano in vari modi. Sono gli affondi di Meschini a sinistra che creano ansia al Fabiani oppure i duetti fra le due punte, ma di veri tiri in porta in realtà ben pochi. Gli ospiti tengono e non disdegnano le ripartenze. Baroni si infila da destra presentandosi al tiro da breve distanza con destro teso che attraversa lo specchio della porta senza che nessuno dei suoi riesca ad intervenire. Al 44’ il neo entrato Vrioni esalta i riflessi di Sorichetti che ribatte il destro in girata dell’attaccante evitando che il match si chiuda prima del tempo. Nel cospicuo recupero concesso(7’) non accade nulla di rilevante a parte qualche eccesso di nervosismo da ambo le parti e la partita si trascina fino al termine con la Settempeda che ci prova ma che non riesce a trovare il guizzo risolutivo utile ad evitare il primo ko.

Il tabellino

SETTEMPEDA-FABIANI 0-1
MARCATORI: st 15’ Severini su rig.
SETTEMPEDA: Sorichetti, Elisei, Latini, Selita, Meschini, Mulinari, Rocci, Rossi, Francucci, Fiecconi, Gianfelici(st 35’Giorgi). A disp. Giovagnini, Ciccotti, Bonifazi, Dialuce, Testa, Fattori. All. Ruggeri
FABIANI MATELICA: Sabbatucci, Ilari(st 34’Plaku), Santucci(st 1’Lamnari), Mattioli, Boria, Carbone, Scotini(st 47’Ciniello), Vitali, Grasselli(st 18’Vrioni), Baroni(st 38’Cantarini), Severini. A disp. Chiavetti, Bartilotta. All. Rustichelli
ARBITRO: Cesca di Macerata
NOTE: spettatori 130 circa. Ammoniti: Mulinari, Selita, Rossi, Mattioli, Ilari, Vrioni, Vitali. Angoli: 2-2. Recupero: pt 2’, st 7’

Roberto Pellegrino