Home | Sport | Juniores: Settempeda esce a testa alta dal “Carlini-Orselli”
La Juniores della Settempeda
La Juniores della Settempeda

Juniores: Settempeda esce a testa alta dal “Carlini-Orselli”

E’ finita l’avventura al “Carlini-Orselli” per la Juniores della Settempeda. Il cammino si ferma ai quarti di finale contro i padroni di casa del Potenza Picena. Al primo match ad eliminazione diretta gli under 18 biancorossi si arrendono e salutano il torneo in cui sono stati protagonisti di convincenti e positive prestazioni, tanto da vincere il proprio girone da imbattuti. Arriva, così, il primo stop e costa caro, perché vuol dire addio al sogno di entrare in semifinale. Settempeda battuta, ma che esce dallo “Scarfiotti” a testa alta e dopo aver dato tutto e lottato per tutti i 97’ in cui si è giocato. Finisce 5-3 per i locali e dal risultato si può capire come la gara sia stata avvincente, incerta e ricca di colpi di scena. Non è mancato un sano agonismo, a volte si è andati oltre anche per la poca risolutezza dell’arbitro che non ha saputo calmare gli animi quando ce n’era bisogno, ma in definitiva nulla di grave. Dicevamo di come la squadra di mister Bonifazi si sia impegnata a fondo, specie nella seconda metà della ripresa quando con orgoglio e con una reazione importante ha saputo recuperare per poi arrendersi proprio allo scadere. Resta rammarico, invece, per non aver saputo gestire meglio il doppio vantaggio ottenuto in avvio e che è svanito per un paio di disattenzioni su palla inattiva che hanno rimesso immediatamente in carreggiata il Potenza Picena. Alla fine della corsa rimangono, tuttavia, molti aspetti positivi e tutto il gruppo va elogiato per quanto fatto e per aver reso onore ad un torneo d’eccellenza per la categoria.

La cronaca

Sfida da dentro o fuori per Settempeda e Potenza Picena che si affrontano per i quarti di finale. Lo “Scarfiotti” presenta tribune gremite per un match atteso, specie per i tifosi locali che sono presenti per spingere i ragazzi di casa verso la semifinale. La Settempeda, che ha vinto il proprio girone, non parte certo battuta, anche se deve rinunciare a qualche elemento importante fra cui Gianfelici e Bernabei. La partita inizia subito a gran ritmo e dopo soli 5’ si sblocca. Lancio lungo di Saperdi a cercare Bianchi. Il centravanti mette fuori tempo il proprio marcatore con un movimento da consumato attaccante e, una volta entrato in area, incrocia il destro rasoterra che si infila nell’angolino basso. 0-1. Nemmeno il tempo di esultare che il Potenza Picena due minuti dopo pareggia. Punizione da sinistra con palla a spiovere. Nel mucchio cìè una deviazione che Simonetti ferma con ottimo riflesso, ma arriva Bellintani che spinge comodamente in fondo al sacco. 1-1. La Settempeda replica immediatamente(9’). Punizione centrale da circa 30 metri. Si incarica della battuta Testa che lascia partire un bolide di destro che si insacca sotto il sette alla destra dell’immobile Carpano. 1-2. I locali non mollano niente e al 20’ fanno 2-2. Angolo da sinistra con pallone che viene prolungato di testa da Savoretti che trova la porta. Quattro reti, dunque, in venti minuti. Dopo un avvio scoppiettante i 22 in campo mollano un po’ e il primo tempo trascorre poi più tranquillo. Da segnalare al 43’ una girata da centro area di Boccanera che trova pronto Simonetti alla parata. La ripresa parte con maggior brio e all’11’ il Potenza Picena si trova per la prima volta avanti. Lancio per Scheggia che elude un avversario e poi piazza con precisione il rasoterra nel palo più lontano. 3-2. Da qui in avanti è brava la Settempeda a reagire. Bianchi tenta il destro a giro, ma è troppo centrale. Cappellacci, appena entrato, scarica una punizione dal limite sulla traversa. Carbonari, infine, calcia a botta sicura da pochi metri, ma un difensore salva in extremis. Al 28’ i locali restano in inferiorità numerica per il doppio giallo a Tomassini(entrato dopo l’intervallo). I biancorossi ci credono ancor di più. Al 31’ Pinkowski è astuto nel credere ad un pallone profondo tanto da anticipare il portiere in uscita. Destro in corsa verso la porta vuota e palo. L’azione prosegue con un batti e ribatti nei pressi della linea. L’arbitro fischia. In un primo momento si pensa ad un rigore per gli ospiti. Arriva qualche cartellino giallo, poi nasce un lungo conciliabolo. Alla fine Albanesi sceglie di restituire palla ai locali. Stupore generale e episodio a dir poco “strano”. I dubbi restano , si riprende a giocare. Al 34’ la Settempeda, meritatamente, pareggia. Punizione eseguita da Carbonari. Ottima parabola con il sinistro che cade sul secondo palo. Arriva capitan Muscolini che al volo mette in porta. 3-3. Il match sembra in mano biancorossa, ma non sarà così. Quando i supplementari sembrano certi, arriva il “colpo” decisivo dei padroni di casa. Tutto parte da centrocampo dove la manovra sembra non avere sbocchi, poi la palla schizza centralmente verso l’area biancorossa. Difensori fermi e Scheggia ne approfitta. Scatto e rasoterra alla sinistra di Simonetti. 4-3. Per la Settempeda è una sorta di ko e il finale, ben 7’ di recupero, è all’insegna del nervosismo (espulso Cappellacci). I giovani di Bonifazi si gettano all’assalto, ma non trovano opportunità. Anzi, rischiano un paio di volte (bravissimo Simonetti) fino a subire il quinto gol in contropiede con Monaco che, dopo essere partito da metà campo, realizza in diagonale. 5-3 e festa potentina.

Il tabellino

SETTEMPEDA-PORTO POTENZA 3-5
MARCATORI: 5’ Bianchi, 7’ Bellintani, 9’ Testa, 20’ Savoretti, 56’ Scheggia79’ Muscolini, 89’ Scheggia, 97’ Monaco
SETTEMPEDA: Simonetti, Soverchia Paolo, Carbonari, Muscolini, Testa, Saperdi, Rapaccioni, Cambertoni(58’ Ribichini), Bianchi, Pinkowski, Selita(58’ Cappellacci). A disp. Frelli, Crocenzi, Pezzanesi, Vissani, Soverchia Carlo. All. Bonifazi
POTENZA PICENA: Carpano, Monaco, Paoltroni, Savoretti, Bellintani, Maurizi, Scheggia, Scataglini, Pepa, Mancini, Boccanera. All. Natali

Roberto Pellegrino