Home | Sport | Settempeda sconfitta dalla capolista Urbisaglia (0-4)
Euro Net San Severino Marche
Nota della Settempeda su quanto accaduto a Cingoli
Nota della Settempeda su quanto accaduto a Cingoli

Settempeda sconfitta dalla capolista Urbisaglia (0-4)

La Settempeda chiude gli impegni casalinghi di questa stagione nel modo peggiore, ovvero subendo una netta e pesante sconfitta contro una agguerrita Urbisaglia. La capolista, sempre più vicina al trionfo in campionato, rifila un poker ai padroni di casa che perdono la giusta rotta intrapresa per tutto il girone di ritorno. La squadra in forma e pimpante vista una settimana prima, scompare in un sol colpo in questo match approcciato male e giocato non bene dove la Settempeda ha sbagliato molto denotando alcune disattenzioni difensive fatali come d’altra parte evidenziato nelle quattro reti subite. Probabilmente avranno avuto un peso determinante le differenze di obiettivi e di motivazioni fra le due compagini, fatto sta che in campo gli ospiti sono apparsi molto più reattivi, carichi e sul pezzo. Per alcuni momenti si è visto qualche accenno di reazione da parte dei locali, ma per lo più dettato dall’orgoglio cosa che non è stata sufficiente per creare pericoli agli avversari. Urbisaglia, come detto, a un passo dalla promozione (basterà un punto negli ultimi 90’ da disputare in casa) che a vedere la prestazione odierna sembra davvero meritata. La formazione ospite ha destato ottima impressione: organizzata, solida, concentrata in difesa, abile in avanti e, cosa che non guasta mai, anche agonisticamente pronta. Ora resta da giocare l’ultimo turno (sabato 6 maggio ore 16.30) e la Settempeda cercherà di chiudere al meglio nella trasferta di Sefro.

La cronaca

Partita molto attesa quella del “Soverchia” perché arriva la capolista Urbisaglia che cerca punti fondamentali per restare in vetta e per avvicinarsi ancor di più al successo finale. Quindi match che potrebbe dire molto sull’esito del girone e la Settempeda si trova a ricoprire un ruolo importante, ovvero quello di poter decidere le sorti delle due duellanti per la vittoria finale. Se gli ospiti vanno in campo con l’undici migliore, non è così per i biancorossi che devono registrare l’assenza del bomber Broglia (squalificato). Ruggeri opta per un centrocampista in più riproponendo in mezzo Rossi, al rientro, con Dialuce che avanza fin quasi sulla trequarti mentre Selita si allarga a sinistra. Altra novità è Sorichetti che si rivede fra i pali (Palazzetti out per influenza). Pronti via e l’Urbisaglia fa capire che le intenzioni sono serie. Il primo affondo è di Biagiola che in area viene affrontato da Mulinari. Scivolata al limite del difensore che rischia il fallo da rigore (episodio dubbio) ma ne scaturisce un angolo fra le proteste ospiti. Sul secondo corner gli ospiti passano (8’). Cross da sinistra e palla a spiovere sotto porta dove capitan Moriconi salta indisturbato. Girata di testa precisa e gol. 0-1. Ci prova meschini a replicare subito dopo con un rasoterra che Fermanelli para in due tempi. Al 23’ scatta la ripartenza veloce dell’Urbisaglia. Boe da sinistra mette la palla dalla parte opposta dove Carradori controlla e poi tira. Sorichetti è attento e respinge. Al 33’ giunge il raddoppio. Latini ha una indecisione e si fa sorprendere da Carradori che va sul pallone e quando il biancorosso cerca di recuperare la sfera è davanti all’avversario e viene colpito da dietro. Il contatto c’è e quindi il rigore che l’arbitro assegna ci può stare. Dal dischetto Martinelli non sbaglia spiazzando Sorichetti. 0-2. L’inizio di ripresa non si discosta dal primo tempo e sono gli ospiti a portare pericoli. Boe va via sulla destra e poi serve Carradori che in corsa sparacchia alto. Al minuto 12’ l’Urbisaglia fa tris. Angolo ancora da sinistra. Pallone nel mucchio dove il neo entrato Salvucci svetta a di testa gira sul primo palo. 0-3. Sorichetti, non al meglio, si deve arrendere e al suo posto entra il giovanissimo (classe 2001) Lorenzo Spadoni al debutto in Seconda. Al 25’ la quaterna è servita. Carradori tocca di testa in verticale per lo scatto di Salvucci che recupera metri ai due centrali avversari e, dopo essere passato in mezzo ai due, aggira Spadoni e deposita nella porta vuota. 0-4. La Settempeda colpita ripetutamente sembra priva di forze e non sa reagire. Mulinari ci prova sugli sviluppi di un angolo ma il destro è alto, quindi più convinto è Fattori su punizione dai 25 metri. Destro a scendere che Fermanelli non trattiene. La palla resta nei pressi della porta con Rapaccioni che può calciare con la porta davanti ma il destro del giovane biancorosso è sbagliato e va alto dopo aver toccato la traversa. Nel finale c’è modo per Spadoni di mettersi in mostra. Il giovanissimo portiere della Settempeda prima viene graziato da Passarini che calcia largo da posizione vantaggiosa mentre poco dopo è pronto a ribattere un colpo di testa dello stesso Passarini. E’ Salvucci, infine, a girare di prima da pochi passi con Spadoni reattivo e bravo a parare in tuffo. Il match si chiude qui e le squadre lasciano il campo: Settempeda delusa per una prova sotto tono; Urbisaglia soddisfatta e festante per tre punti fondamentali.

Il tabellino

SETTEMPEDA – URBISAGLIA 0-4

MARCATORI: 8’ Moriconi, 33’ Martinelli su rigore, 57’ e 70’ Salvucci

SETTEMPEDA: Sorichetti(60’ Spadoni), Bonifazi, Meschini, Montironi(68’ Rapaccioni), Latini, Mulinari, Fattori, Rossi, Giorgi, Selita, Dialuce(46’ Gianfelici). A disp. Cambertoni, Rocci, Firmani, Elisei. All. Ruggeri

URBISAGLIA: Fermanelli, Paolucci, Cirilli(73’ Ciamarra), Moriconi, Martinelli, Moglianesi, Boe, Marinangeli, Carradori, Tallè(80’ Passarini), Biagiola(54’ Salvucci). A disp. Caproli, Candria, Mari, Virgili. All. Pagnanini

ARBITRO: Buschittari di Macerata

NOTE: spettatori 100 circa. Ammoniti: Bonifazi, Selita, Moglianesi. Angoli: 4-4. Recupero: st 2’

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery