Home | Sport | La Settempeda chiude il 2016 con una sconfitta
Euro Net San Severino Marche
Si va verso i recuperi delle gare rinviate per neve
Si va verso i recuperi delle gare rinviate per neve

La Settempeda chiude il 2016 con una sconfitta

Un 2016 già di per sé complicato non termina nel modo migliore per una Settempeda che saluta l’anno con un’altra sconfitta casalinga, la quarta in stagione, e resta così ancorata al penultimo posto. Dopo due pareggi consecutivi che avevano riportato un po’ di serenità e di fiducia, i biancorossi cedono nel derby contro la Folgore Castelraimondo, match conclusosi con lo stesso risultato dell’anno scorso (0-1). Decide un gol di testa di uno dei ragazzini terribili dei castellani, Mancini, che ha coronato una prova autoritaria come hanno saputo fare il resto dei compagni. La Settempeda può recriminare per l’ennesima volta su come sia maturato il ko, cosa che è ormai una costante di questo campionato. Occasioni fallite, sfortuna, disattenzioni e tanto altro per un mix di situazioni che si stanno ripetendo praticamente sempre. Unico comun denominatore: la sconfitta. Anche in questa ultima gara dell’anno i settempedani hanno dato tutto, mettendoci voglia e impegno, ma gli episodi sono stati ancora contrari e non è bastato giocare il secondo tempo tutto in avanti mettendo gli avversari nella loro metà campo per portare a casa dei punti. Adesso la classifica inizia a far “paura” e bisognerà cambiare marcia nel 2017, anno che si aprirà con due sfide fra le mura amiche molto importanti(Sefrense e Elfa). Per il Castelraimondo, invece, si chiude un’annata agonistica molto positiva che sempre poter continuare vista anche la posizione attuale, in piena zona play off.

La cronaca

Si gioca il recupero dell’ottava giornata fra Settempeda e Folgore, un derby sempre interessante e sentito. Squadre che hanno obiettivi ben diversi: i locali devono far punti per la lotta salvezza, ospiti che rincorrono le posizioni di vertice. Formazioni in campo con un 4-4-2 speculare. Settempeda per 10/11 identica a quella vista con il Fabiani, unico cambio fra i pali con il ritorno di Sorichetti, Folgore trasformata a causa delle numerose assenze e per questo motivo con diversi giovani inseriti nell’undici di partenza. Il primo squillo, che interrompe la fase di studio, è di Lori con un destro dalla lunga distanza che Sorichetti blocca con sicurezza. Al 10’ la Settempeda va ad un passo dal vantaggio. Broglia serve sullo scatto D’Ascanio che calcia in corsa. Diagonale che sembra essere quello giusto, ma la palla dopo essere rimbalzata sul palo interno torna in gioco. Gianfelici se ne impossessa lavorandola al meglio sulla sinistra. Il tocco dell’esterno trova Meschini a centro area. Sinistro in girata che Tesei sventa con una parata di piede. Sull’angolo seguente è Mulinari a calciare di controbalzo. Pallone alto non di molto. Il calcio spesso è spietato e, infatti, lo è anche questa volta. Al 19’, alla prima vera azione offensiva, la Folgore sblocca. Micucci lavora un bel pallone sulla sinistra e poi trova un cross a spiovere che finisce in zona Mancini. Il giovanissimo(99’) numero 7 si stacca dal controllo di Meschini e con un preciso colpo di testa piazza la sfera alla destra di Sorichetti, preso in controtempo. 0-1. E’ una autentica doccia gelata per i locali che accusano il colpo. Manca la capacità di reagire alzando ritmi e aggressività. Si procede a strappi e nell’arco di tempo che conduce all’intervallo si registrano solo un paio di acuti dei biancorossi. Il primo è quello del 41’. Broglia ci prova con il destro da circa 25 metri con Tesei attento e pronto a deviare in corner; il secondo è nel recupero quando sugli sviluppi di una palla inattiva D’Ascanio salta indisturbato per colpire di testa da buona posizione. Girata larga. La ripresa mostra una Settempeda più convinta e con ben altre intenzioni. La formazione di Ruggeri conquista campo e gestisce le operazioni tenendo il gioco in pugno. C’è predominio territoriale e gli ospiti si chiudono. Difesa e rapidi ripartenze per la Folgore, manovra orchestrata e conclusioni da palle inattive per la Settempeda. Al 2’ una punizione di Broglia trova Latini in area che tenta la correzione di testa, ma la mira è sbagliata. Poi ci prova lo stesso Broglia calciando da notevole distanza. Il tiro è deviato da un difensore che rende la parabola particolarmente insidiosa. Tesei rischia di essere scavalcato, ma indietreggia in tempo per deviare in tuffo. Al minuto 11 Miconi è lanciato centralmente e può puntare la porta, ma Sorichetti lo ferma uscendogli incontro. Al 18’ c’è una azione insistita dei locali nei sedici metri ospiti che, dopo un batti e ribatti, viene conclusa da Selita che trova il piede di Sparvoli che fa muro davanti alla porta. Settempeda che fa fatica a trovare spazi e allora le soluzioni dai calci piazzati sembrano quelle più ficcanti . Al 23’ su palla che arriva dalla bandierina Cruciani devia da centro area. Il tocco al volo è debole e consente la parata in tuffo a Tesei. Il portiere ospite si ripete al 32’ su girata al volo di Firmani. Tesei si allunga verso il palo più vicino per bloccare la sfera. Minuti finali convulsi per i padroni di casa che ci provano in ogni modo(ad esempio Mulinari portato in attacco), ma non creano occasioni eclatanti e, anzi, rischiano sui contropiede dei rivali. Come al 35’. Miconi, velocissimo, parte a tutta e si incunea in area centralmente. Destro che Sorichetti ribatte con il piede. Nei 5’ di recupero non succede nulla e il match termina con il successo del Castelraimondo che espugna il “Soverchia” con il minimo scarto.

Il tabellino

SETTEMPEDA – FOLGORE 0-1
MARCATORI: pt 19’ Mancini
SETTEMPEDA: Sorichetti, Cruciani, Meschini, Montironi, Latini, Mulinari, Giorgi, Dialuce(13’st Rossi), D’Ascanio(23’st Firmani), Broglia, Gianfelici(11’st Selita). A disp. Palazzetti, Ciccotti, Muscolini, Rapaccioni. All. Ruggeri
FOLGORE CASTELRAIMONDO: Tesei, Torre(31’st Forti), Di Lupidio, Lori, Sparvoli, Di Filippo, Mancini(22’st Gagliardi), Passarini, Salvatori, Miconi, Micucci(38’st Rosu). A disp. Scuriatti, Prenga, Carboni. All. Amore
ARBITRO: Papa di Macerata
NOTE: spettatori 80 circa. Ammoniti: Firmani, Torre, Di Filippo, Sparvoli, Gagliardi, Tesei, Passarini. Angoli: 8-4. Recupero: pt 2’, st 5’

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery