Home | Elezioni Comunali | Centrosinistra: “Chi lascia la via vecchia per la nuova…”
Euro Net San Severino Marche
Francesco Borioni e Alessandra Aronne al momento della presentazione della lista
Francesco Borioni e Alessandra Aronne al momento della presentazione della lista

Centrosinistra: “Chi lascia la via vecchia per la nuova…”

Dal Centrosinistra Per San Severino riceviamo e pubblichiamo:

“A più di dieci giorni dall’insediamento del nuovo primo cittadino di San Severino, siamo in attesa di conoscere le reali e concrete misure di questo cambiamento tanto promesso. Viene da pensare che, tra tante voci confuse, manchi un reale progetto di governo della città in cui siano chiare e definite le competenze e le responsabilità di ognuno. In una squadra ogni elemento ha il suo ruolo, importante anche quando non coincide con una “carica”, perché se esiste un progetto da portare a compimento, tutti devono essere al servizio di esso con il proprio apporto e chi deve averne vantaggio è solo la comunità, la città.
Il ritardo con cui si procede con la nomina della Giunta parla da solo e oltre a lasciare la città senza un governo fa supporre che vi sia un criterio di “spartizione” da prima repubblica. Accontentare tutti è la nuova visione della politica? Pensiamo che sia giunta l’ora di mostrare ai cittadini questa Nuova Direzione, che, in quanto dichiarata in campagna elettorale, è certamente ben chiara ai promotori, perché i nomi che iniziano a circolare per le diverse cariche e soprattutto per gli incarichi esterni, quando non sono di riciclati sono di “portatori di voti” da ricompensare.
È indispensabile che il sindaco si esprima con chiarezza e trasparenza in merito ai criteri di assegnazione degli incarichi, che vengano messe in evidenza le competenze specifiche e le condizioni, anche economiche, di queste partecipazioni, soprattutto se esterne. Inoltre sarebbe auspicabile una rotazione degli incarichi ai professionisti, affinché tutti abbiano la possibilità di collaborare e possano partecipare alla vita cittadina esprimendo le proprie idee e garantendo un clima di pluralità e uguaglianza.
Quali sono le strategie di governo? Perché si parla dei “soliti noti” per le cariche della città? Perché una lista che si dichiara fermamente apartitica riceve il plauso dell’Udc per l’ottimo lavoro svolto dal suo segretario comunale?
Come gruppo, e come cittadini, esigiamo onestà e il rispetto delle promesse fatte dal nuovo governo della città, perché contravvenire a queste vuol dire ingannare i cittadini: tutt’altra cosa della promessa di avere una nuova visione e andare in una nuova direzione”.

 

Centro Medico Blu Gallery