Home | Attualità | Anas dà speranze per la bretella S.Severino-Tolentino
Euro Net San Severino Marche
Ipotesi d'Intervalliva
Ipotesi d'Intervalliva

Anas dà speranze per la bretella S.Severino-Tolentino

La “Quadrilatero” verrà incorporata dall’Anas che porterà a termine tutte le attività precedentemente previste dalla società stessa e riguardanti il completamento delle due arterie principali, Foligno-Civitanova e Perugia-Ancona, oltre alla Pedemontana delle Marche (Fabriano-Muccia/Sfercia), agli altri allacci (innesto della Foligno-Civitanova con la Statale 16) e alle intervallive Tolentino-San Severino e Macerata.

E’ quanto ha reso noto la Regione Marche dopo un vertice a Roma con il presidente dell’Anas, Armani, e il presidente della società Quadrilatero, Perosino, per valutare il progetto di fusione per incorporazione di Quadrilatero in Anas. Gli interventi in scaletta sono stati giudicati idonei ad assicurare il raccordo con i poli industriali esistenti e, più in generale, a migliorare e incrementare l’accessibilità alle aree interne interessate.

Il percorso è stato dunque tracciato e a breve sarà firmato un protocollo di intesa per monitorare gli interventi che saranno proseguiti da Anas, al fine di consentire che tutte le attività siano definitivamente concluse.

Soddisfatto il sindaco Cesare Martini che, in una nota, scrive fra l’altro quanto segue:

“La bretella San Severino – Tolentino è un’arteria di vitale importanza per le nostre comunità, avevo avuto personalmente modo di presentare e parlare del progetto anche con il ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, cui ho inviato una lettera dopo le buone notizie ricevute in queste ore. Il collegamento è stato anche oggetto di un protocollo d’intesa sottoscritto dalle Amministrazioni comunali di San Severino e Tolentino, dalla Provincia di Macerata, dall’Università di Camerino e dalla Camera di Commercio di Macerata. Assieme al presidente della Provincia, Antonio Pettinari, al sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, al rettore di Unicam, Flavio Corradini, e alle altre istituzioni che hanno sottoscritto l’accordo, proseguiremo per avere una strada che da decenni attendiamo. Quella da noi presentata è un’ipotesi progettuale tutta nuova rispetto a quella della Quadrilatero, con un percorso lungo 6,810 chilometri del costo preventivato di circa 50 milioni di euro. Il nuovo progetto si adeguerà alla viabilità esistente, sarà molto poco impattante rispetto all’ambiente adeguandosi all’orografia con solo due gallerie e soprattutto sarà economicamente più sostenibile e rispondente anche alle esigenze dei cittadini offrendo la possibilità di immettersi più agevolmente nella superstrada allo scopo comunque di collegare le due vallate, quella del Chienti e del Potenza, in pochi minuti”.

Centro Medico Blu Gallery