Home | Sport | Serralta pronto a fare lo sgambetto al Caldarola
Banca della Provincia di Macerata
Mister Bonifazi
Mister Bonifazi

Serralta pronto a fare lo sgambetto al Caldarola

Archiviata la positiva trasferta di Trodica che ha portato in dote un punto in più in classifica e fatto riscattare il ko casalingo del turno precedente, il Serralta rivolge testa e attenzioni al prossimo impegno fra le mura amiche. Per il secondo match casalingo della stagione arriva una tra le squadre più quotate e forti dell’intero girone, ovvero il Caldarola. Con questa partita inizia per i gialloblù un mini ciclo di ferro che il calendario propone in rapida successione: Caldarola, Elfa e Camerino. Tre avversarie di livello da prendere con le molle e sfide che potranno raccontare molto del reale valore della squadra settempedana. Per il Serralta, quindi, tre banchi di prova importanti che dovranno e potranno chiarire quale cammino potrà essere intrapreso e quale obiettivo potrà essere messo nel mirino. Primo ostacolo, come detto, il Caldarola. La squadra biancorossa è partita, come da previsioni, con il piglio giusto collezionando due vittorie e un pari per 7 punti complessivi che ad oggi valgono il secondo posto. Caldarola che arriva dall’ottima stagione passata quando fu protagonista di un ottimo girone di ritorno con una marcia incredibile che portò alla fine i play off. Anche per questo anno si prevede per il Caldarola un torneo da protagonista e di vertice. Stessa speranze la nutre anche il Serralta. Attardato di tre lunghezze il Serralta punta ad accorciare e, soprattutto, a dimostrare la propria forza che in verità si è già intravista in queste prime tre giornate. La squadra di Bonifazi, infatti, ha già avuto modo di far vedere di essere squadra diversa da quella del recente passato. Più qualità, più individualità di spicco, gioco più redditizio. Insomma, un gruppo cresciuto e migliorato che ha messo insieme prestazioni ottime, non sfigurando contro nessun rivale e giocando alla pari con tutti, compresa la capolista Fabiani. In conseguenza di ciò c’è molta fiducia in casa gialloblù per questa partita che nasconde insidie, ma potrà essere affrontata con maggior sicurezza e convinzione rispetto al passato quando la differenza di valori appariva più marcata. Con queste premesse c’è attesa per un match che promette molto e che potrà viaggiare sul filo dell’equilibrio e dell’incertezza. Si prevede una partita combattuta e probabilmente piacevole sul piano del gioco. Aspetto, poi, da tener presente sarà il probabile terreno pesante in cui si andrà a giocare, fattore che potrebbe diventare determinante e potrebbe incidere sul rendimento delle squadre e sul risultato, riequilibrando i valori in campo. In ottica formazione in casa Serralta si dovrà pensare alla sostituzione dello squalificato Ruggeri, assenza pesante questa, che, oltre all’incertezza circa la disponibilità di altri elementi, apre la discussione sul sostituto, anche se le soluzioni quest’anno non mancano e le possibilità potranno essere diverse.
Intanto è notizia ufficiale che la partita contro Caldarola di sabato 3 ottobre è stata anticipata alle ore 14.30. La società del Serralta ha chiesto il cambio di orario perché alle 17.30 dello stesso giorno si sposa uno dei pilastri della squadra: Ruggero Gheroni, pronto a portare all’altare la sua Chiara. E alle nozze non mancheranno di certo dirigenti e giocatori del Serralta.

Roberto Pellegrino