Home | Cultura | In piazza la prima “uscita” di Vivere San Severino
Banca della Provincia di Macerata
Il logo della pagina facebook di "Vivere San Severino"
Il logo della pagina facebook di "Vivere San Severino"

In piazza la prima “uscita” di Vivere San Severino

È nata con l’obiettivo di “valorizzare la nostra città ed i settempedani” da parte dei giovani Gianluca Bonifazi, Sara Marinangeli e Riccardo Elefante, innamorati del proprio centro. Il prossimo fine settimana Vivere San Severino “si mostra”. “Abbiamo pensato – spiega Gianluca Bonifazi, l’ispiratore dello spazio virtuale che per l’occasione si tramuterà in fisico – di proporre, in una due giorni in abbinamento alla popolare festa della Porchetta, una miscellanea di: pittura, scultura, fotografia, storia, letteratura e artigianato”. La location sarà il Palazzo Grifi, attiguo al celebre teatro Feronia, dove si potranno ammirare il libro fotografico del motociclista delle imprese Ino Ulissi, le creazioni orafe di Adriano Crocenzi, i tamburi di Patrick Massei, le fotografie storiche di Serini, le opere pittoriche di Carlo Gatti, le creazioni di Fabrizio Savi e quelle scultoree di Elio Antonini. Il tutto “condito” dalla recitazione in dialetto dei protagonisti di Mo.Re.Ve.

“San Severino si mostra” sarà fruibile sabato 26 settembre, dalle 16 all’una di notte, e domenica 27 dalle 10 alle 13 e dalle 16 all’una di notte.

Luca Muscolini

Santo Stefano Riabilitazione