Home | Attualità | Calcio a 5: S. Severino soffre, resiste, poi ingrana la 6^!
Banca della Provincia di Macerata
Stefano Salvatori
Stefano Salvatori

Calcio a 5: S. Severino soffre, resiste, poi ingrana la 6^!

Non si ferma più il San Severino di Fulvio Riccio. I settempedani tornano vittoriosi anche dalla trasferta osimana contro il Campocavallo, una delle squadre più attrezzate del girone ma che in stagione non ha mai trovato la continuità fondamentale per eccellere. La squadra di mister Ristè si presenta in grande spolvero e per la quasi totalità del primo tempo mette alle corde il San Severino. I rossoneri del presidente Vitturini resistono strenuamente con la fiducia nei propri mezzi, acquisita nelle ultime settimane, e con un bel pizzico di fortuna. Il Campocavallo si ferma davanti alle parate di Mirco Vignati ed ai legni della porta che per quattro volte strozzano l’esultanza dei padroni di casa. Sul finire della prima frazione arriva poi il contestato vantaggio ospite ad opera di Salvatori che mina totalmente le sicurezze degli osimani e riequilibra i valori in campo. Nella ripresa poi, la forza interiore e la compattezza del San Severino, spaccano la partita e portano il sesto successo consecutivo che consolida la seconda posizione in classifica in coabitazione col Cerreto Calcio. Venerdì si torna al Palaciarapica per la sfida col pericolante Futsal Fontespina che batté in modo rocambolesco all’andata Munafò e compagni e che ora è alla ricerca affannosa e disperata di punti salvezza.

La cronaca.

Il San Severino arriva al Cespo di Osimo senza l’infortunato Dialuce e l’indisponibile Orsini. Per la terza volta in stagione si rivede in campo anche Mario Cocchi che porta in campo importanti minuti di esperienza. Da schema di calcio d’inizio i settempedani sfiorano subito il vantaggio ma la deviazione vincente sotto porta non arriva per un soffio. Sul rovesciamento di fronte Cola si invola e centra il palo a portiere battuto. Un minuto dopo è Pelagagge a liberarsi sul lato opposto, ma anche per il numero 13 c’è lo stesso palo alla sinistra di Vignati a respingere la conclusione. Al 4° Schiavoni calcia dalla lunga distanza impegnando il portiere avversario in una difficile parata in due tempi a terra. Ancora Vignati salva i suoi neutralizzando una conclusione dalla destra dell’imprendibile Cola. I settempedani fanno grossa fatica a ripartire e restano imbrigliati nel costante possesso palla del Campocavallo. La tattica senza pivot di Ristè non concede punti di riferimento agli ospiti che subiscono anche sotto il profilo della velocità. A 10° Lanari libera al tiro Schiavoni ma la sua conclusione è respinta. Al 15° è ancora il palo a fermare i biancoblu di casa. La palla messa pericolosamente in mezzo da Ilardi è deviata da Falsetti sul montante alla destra di Vignati. Due minuti dopo arriva la prima occasione per il San Severino che si guadagna un pericoloso calcio di punizione dal limite dell’area. Falsetti calcia direttamente in porta ma Pizzichini risponde alla grande con un bellissimo intervento ad una mano. Al 17° Salvatori si libera sulla destra ma la sua girata attraversa tutto lo specchio della porta e finisce a lato. Inizia quindi una vera e propria sfida personale tra Schiavoni e Vignati che vede però sempre vincitore il portiere di mister Riccio. Il primo tiro è fuori, il secondo parato mentre nella terza occasione il faccia a faccia è risolto da una pronta uscita bassa dell’estremo difensore. Al 23° la svolta dell’incontro. Salvatori parte in dribbling dalla linea di centrocampo, salta il primo uomo e si invola sulla destra. Al momento di convergere supera un altro difensore, resistendo anche ad una fallo dello stesso, e calcia in porta battendo il portiere in uscita. Il direttore di gara decide, frettolosamente, di sanzionare l’intervento falloso del difensore con il fischio che arriva nel momento in cui il pallone attraversa la linea di porta. Il problema sta tutto qui. Al momento del fischio la palla era entrata o meno? Se sì la rete era da convalidare altrimenti si sarebbe dovuto ripartire con un calcio di punizione dal limite per il San Severino. La sensazione è che la palla non fosse entrata. Col Sambucheto la stessa situazione penalizzò i settempedani che stavolta si avvantaggiano invece della svista arbitrale. Il Campocavallo protesta animosamente e perde lucidità. Munafò ruba un gran pallone ma al momento del tiro non si accorge del compagno meglio piazzato sul secondo palo e calcia fuori. Il doppio timeout serve più che altro a Ristè per calmare i suoi che provano a riprendere in mano il gioco. Al 29° Lanari impegna Vignati in una corta respinta, sul pallone arriva Pelagagge che con mezza porta sguarnita centra clamorosamente il 4° palo di giornata. Nei minuti di recupero ci prova capitan Luchetti ma il suo tiro è parato. A pochi secondi dal fischio dell’arbitro Schiavoni pesca il jolly con una potentissima conclusione dalla distanza che si infila rasoterra in prossimità del palo alla destra di Vignati.

La ripresa inizia con un San Severino più sicuro ed un Campocavallo che non sembra avere più la brillantezza della prima frazione di gioco. Ci prova ancora Schiavoni che tira da tutte le posizioni con Vignati che devia in angolo. Al 5° Bonci recupera un pallone nella propria metà campo e vola in contropiede resistendo al rientro del difensore. Arrivato di fronte a Pizzichini il numero sette è lucidissimo nell’infilare il portiere in uscita per il nuovo vantaggio ospite. La reazione dei ragazzi di Ristè passa dai piedi di Ilardi che riesce anche a saltare Vignati in uscita ma la sua conclusione è respinta sulla riga da Bonci. Il portiere settempedano torna protagonista su una bomba del solito Schiavoni e su una conclusione di Ilardi. Al 12° Falsetti è rapidissimo a battere un fallo laterale trovando smarcato in area Munafò che non ha difficoltà a battere Pizzichini per il gol del 3-1. Un paio di minuti dopo il portiere di casa si rifà su una bella girata di Cocchi. Intorno al 20° è Vignati a mettersi in mostra fermando in corner l’avversario di turno con una pronta uscita. Sugli sviluppi dell’angolo Pelagagge riesce ad andare al tiro ma non c’è modo di battere l’estremo difensore settempedano. I minuti passano gli ospiti si avvicinano sempre più ad una vittoria che sembrava, nella prima frazione di gara, non alla portata dei rossoneri. L’unico problema è il bonus dei falli esaurito. Ristè ci prova coi cinque di movimento ma il San Severino è attento e deciso a non mollare. Al 26° Vignati sventa in modo provvidenziale un 2 contro 0 del Campocavallo. Un minuto dopo un grande intervento difensivo di Liuti salva il San Severino che si affida al suo portiere per neutralizzare poi la conclusione di Ilardi sulla corta ribattuta. Al 29° arriva il sesto fallo di Falsetti con conseguente tiro libero. Sul dischetto dei dieci metri va lo specialista Schiavoni. La conclusione del numero 3 di casa è potentissima e apparentemente imprendibile. La traversa si piega ma resiste all’impatto, respingendo l’opportunità per i padroni di casa. A poco dal termine Munafò alleggerisce la pressione con una conclusione da corner che viene parata poi al 30° strappa un pallone a Schiavoni per volare in contropiede. Il capitano vede libero sulla sinistra Liuti che riceve ed infila la porta sguarnita per il definitivo 4-1.

L’esultanza dei ragazzi di mister Riccio in campo e negli spogliatoi testimonia l’entusiasmo e la voglia di vincere di un gruppo unito e ben allenato che nelle ultime settimane ha alzato incredibilmente l’asticella delle proprie ambizioni.

Il San Severino resta così al secondo posto in classifica insieme al Cerreto Calcio a dodici punti dall’irraggiungibile Futsal Sambucheto. Sale invece a 4 punti il distacco dall’inseguitrice più vicina che ora è il Molntelupone.

Prossimo avversario è il Futsal Fontespina che arranca in terz’ultima posizione alla ricerca di una prestazione scaccia crisi. Appuntamento quindi venerdì alle 22 al PalaCiarapica. Non mancate.

Il tabellino.

San Severino: Vignati, Pelagalli, Salvatori, Paciaroni, Bonci, Munafò (K), Liuti, Falsetti, Migliozzi, Salvi, Cocchi, Giorgi. Allenatore: Fulvio Riccio.

Campocavallo: Pizzichini, Gravina, Schiavoni, Cola, Lucangeli, Lanari, Ilardi, Luchetti (K), Magrini, Cesari, Bora, Pelagagge. Allenatore: Michele Ristè.

Marcatori primo tempo: Salvatori (S) al 23′, Schiavoni (C) al 32′. Marcatori secondo tempo: Bonci (S) al 5′, Munafò (S) al 12′, Liuti (S) al 31′.

Tiri Liberi: uno per il Campocavallo calciato sulla traversa da Schiavoni. Ammoniti: Munafò per il San Severino.

Arbitro: Massimo Lombardi della Sezione di San Benedetto del Tronto.

 

Risultati 19^ giornata:

 

Futsal Sambucheto – Gagliole C5 5-2

Castrum Lauri – Montelupone 4-5

Cerreto Calcio – Santa Maria Nuova C5 5-4

HR Recanati – Cerreto d’Esi C5 6-4

Cantine Riunite Tolentino – Junior Matelica 5-0

Futsal Real Trading – Osimo Five C5 1-3

Campocavallo – San Severino 1-4

Futsal Fontespina – Invicta Futsal Macerata 2-3

 

Classifica dopo la 19^ giornata
48 Futsal Sambucheto

36 Cerreto Calcio

36 San Severino

32 Montelupone

31 Cerreto d’Esi C5

31 Campocavallo

28 Cantine Riunite

28 Invicta Futsal Macerata

25 Osimo Five C5

24 Castrum Lauri

24 Gagliole C5

23 Santa Maria Nuova C5

22 Junior Matelica

21 Futsal Fontespina

18 HR Recanati

0 Futsal Real Trading

Santo Stefano Riabilitazione