Home | Sport | Per la Settempeda arrivano solo cenere e carbone
Euro Net San Severino Marche
Si va verso i recuperi delle gare rinviate per neve
Prima sconfitta stagionale per la Settempeda

Per la Settempeda arrivano solo cenere e carbone

Nel primo match del 2015 per la Settempeda altro che 3 punti, soltanto cenere e carbone. Nulla hanno potuto la cabala positiva (per due volte nelle passate stagioni la Settempeda l’aveva spuntata sull’impianto di scorta del Tullio Leonori scelto per l’emergenza neve, contro Samb Montecassiano e lo stesso Servigliano, rispettivamente per 2-0 e 3-0) e lo splendido compleanno sportivo vissuto dal 44enne capitano storico Emanuele Ruggeri, che ha toccato quota 30 anni sui campi di calcio festeggiati con la maglia della squadra della sua città, costretto a fare gli straordinari per le squalifiche di Del Medico e Paciaroni a cui si è aggiunta l’altra, pesante, di Monteneri colpito dall’influenza, fatto che ha suggerito a mister Gentili di arretrare sulla linea difensiva Serangeli, dando spazio nel 4-2-3-1 a centrocampo al giovane Riccardo Rocci in tandem proprio con Ruggeri. Alla fine il San Marco batte la sua bestia nera Settempeda nel modo più doloroso per i biancorossi. Con un rigore decretato mezzo minuto dopo i trascorsi 4’ di recupero indicati dall’arbitro (fatto che ci può stare per l’espulsione di Iacoponi al 92’, che ha portato ad un ulteriore extratime), per un fallo secondo i biancorossi dubbio e forse fuori area di Serangeli su Biagioli, penetrato nei sedici metri dopo un fallo laterale dei neroverdi fermani che i biancorossi hanno reclamato a favore. Insomma, nel finale alla Hitchcock prevale il San Marco grazie all’esecuzione perfetta dal dischetto del folletto Castellano e ad un’intera partita giocata in attacco dall’undici del neo trainer Sergio Calcabrini, ex faro del centrocampo settempedano. Nel corso del match diversi calci piazzati non sfruttati a dovere da Iacoponi, un paio di staffilate dalla distanza di Biagioli ben neutralizzate da Caracci e qualche timida ripartenza settempedana. Unico brivido per Rudy Natali il lob di Fiecconi terminato di poco alto al 5’ della ripresa. I biancorossi, per dovere di cronaca, seppur apparsi meno affamati di punti dei fermani, hanno dovuto fare di necessità virtù a causa della rosa risicata colpita dagli strali del giudice sportivo che aveva appiedato all’ultima del 2014 Del Medico e Paciaroni per un turno e dall’influenza che, dopo la rifinitura, ha appiedato pure il totem difensivo Monteneri. Davanti a Caracci hanno quindi manovrato Lucaroni e Menichelli lungo le fasce, capitan Mulinari e Serangeli centrali. Davanti a loro la leggenda Ruggeri ed il giovane Riccardo Rocci, con Fiecconi e Marasca davanti sulle ali e Capenti poco più arretrato dell’acciaccato (tallonite) Lorenzo Rocci al centro dell’attacco. Il San Marco ha risposto con il 4-3-1-2, con il “genio” Iacoponi che alla fine dietro le punte non ha inciso con la sua classe e che si è anche fatto espellere nel finale di contesa per una parolaccia ad un guardalinee. Decisivo invece Castellano, irrefrenabile, ma soprattutto la voglia di vincere dei neroverdi confermata dalle impressioni a caldo del portiere Rudy Natali: “Memori della batosta (3-0, ndr) dello scorso anno siamo venuti a San Severino carichi, compatti e decisi a fare la partita. Alla fine il risultato di 1-0, anche se maturato su un rigore contestato la cui dinamica l’ho vista poco perché accaduta dalla parte opposta alla mia, è a mio parere meritato”. “Non ci facciamo deprimere per questo incidente di percorso – ha commentato nel post gara il dirigente Leandro Gallina -; dobbiamo proseguire nel cammino intrapreso nel corso del campionato che ci vede dar fede ai programmi di inizio stagione. Purtroppo la prima partita dell’anno riserva a volta sorprese. Concentriamoci sulle prossime due gare in trasferta dove nell’attuale campionato abbiamo fatto sempre bene. Purtroppo oggi non eravamo al massimo. Sapremo riprenderci!”.

Il tabellino.

SETTEMPEDA-SAN MARCO SERVIGLIANO 0-1

SETTEMPEDA: Caracci, Lucaroni, Menichelli, Serangeli, Ruggeri (12’st Teloni), Mulinari, Fiecconi, Riccardo Rocci, Capenti (37’st Pascual), Marasca, Lorenzo Rocci (32’ st Meschini). (A disp. Pelagagge, Del Federico, Muscolini, Cappellacci). All. Gentili

SAN MARCO: Natali, Bruni, Fagiani, Pistelli, Sgammini, Gobbi, Bromo, Biagioli, Castellano, Iacoponi, Polozzi (24’ st Spinozzi). (A disp. Natalucci, Bitti, Peretti, Vallasciani, Mancini, Antognozzi). All. Calcabrini

Arbitro: De Luca di Pesaro (Mangiaterra e Garbuglia di Macerata)

Rete: 51’ st Castellano rig.

Note: espulso per ingiurie Iacoponi al 47’ st; ammoniti: Mulinari, Riccardo Rocci, Marasca, Teloni, Bruni, Biagioli; angoli 3-3; rec. 0’+4’+2’; spettatori 80 circa.

Luca Muscolini

Centro Medico Blu Gallery