Home | Economia | Tassa dei rifiuti, l’opposizione: “Ecco la stangata”
Euro Net San Severino Marche
Casse comunali sempre più "povere"
Casse comunali sempre più "povere"

Tassa dei rifiuti, l’opposizione: “Ecco la stangata”

“L’Amministrazione comunale ha deliberato una vera stangata fiscale con l’istituzione della Tassa sui rifiuti. Conti alla mano, così come annunciato in Consiglio comunale – scrivono il capogruppo di Una Città da Vivere, Gilberto Chiodi e gli altri consiglieri di opposizione di centro destra Gabriela Lampa, Fabio Eusebi, Romina Cherubini e Giacomo Rastelletti -, l’importo ammonta a 1.705.000 euro, di cui 714.722,99 versati dai contribuenti nelle due rate già pagate. Nonostante ciò, i cittadini settempedani si ritroveranno a sborsare altri 990.778 euro; quindi una cifra sensibilmente superiore a quella già corrisposta all’Ente. La scelta fatta dall’Amministrazione Martini ha comportato un macroscopico aggravio dell’imposizione sui rifiuti. Inoltre, la città da diversi anni sta effettuando la raccolta differenziata “porta a porta”, ma non si è avuto alcun vantaggio dal punto di vista economico. Anzi, il costo complessivo coperto con la fiscalità generale è passato da 1.360.000 euro a 1.705.000 euro, con un incremento di oltre il 25% rispetto allo scorso anno. Tanto per dare una dimensione del peso del tributo sui rifiuti, l’incremento di gettito di 990.778 euro peserà su ogni nucleo familiare (in totale 5.397), così come illustrato dall’Amministrazione comunale in sede di bilancio, altri 183 euro in più rispetto a quelli già versati. Il gettito fiscale previsto è diventato ormai insostenibile non solo per la scadenza dei servizi offerti, quanto soprattutto per il peso finanziario che continua ad erodere il potere di acquisto delle famiglie. È necessario un taglio delle spese anche per la raccolta e per la gestione del servizio. La programmazione fatta è risultata assolutamente sbagliata, soprattutto se si tiene conto che i prossimi 31 gennaio e 28 febbraio 2015 i contribuenti settempedani saranno chiamati a versare il “salato” saldo”.

Luca Muscolini

 

Centro Medico Blu Gallery