Home | Sport | Serralta, terza sconfitta di fila: Esanatoglia vince 1-0
Euro Net San Severino Marche
Serralta battuto a San Ginesio
Serralta battuto a San Ginesio

Serralta, terza sconfitta di fila: Esanatoglia vince 1-0

La terza sconfitta di fila, settima complessiva, certifica il momento difficile che sta attraversando il Serralta. Prosegue il cammino negativo in trasferta (quinto ko) per i settempedani che cadono anche ad Esanatoglia per 1-0. Sconfitta che ci sta per i gialloblù, anche se giunta con il minimo scarto e su calcio di rigore, che hanno fatto un evidente passo indietro nella prestazione rispetto ai due turni precedenti. Esanatoglia, dunque, che vince con pieno merito per aver approcciato meglio la gara durante la quale ha saputo fare di più mostrando maggior convinzione e voglia nel cercare i tre punti in palio. Malgrado l’Esanatoglia abbia trovato la chiave giusta per sbloccare il punteggio solo su un episodio (il penalty a 12 minuti dalla fine), il match è stato ben giocato dai biancocelesti locali che lo hanno gestito e condotto in larga parte, facendo vedere buonissime cose, specie nei primi 20’ del primo tempo. Da parte sua il Serralta ha mostrato difficoltà, soprattutto a centrocampo, e questo ha pesato sulla costruzione di trame convincenti e pericolose fatto sta che l’attacco è stato sterile. Solo negli ultimi istanti di partita, quando era ridotto in nove, il Serralta ha avuto un moto di orgoglio, ma non è bastato per porre rimedio all’ennesima delusione del torneo.

La cronaca.

Squadre in campo con poche novità. Esanatoglia ancora senza l’infortunato Lorenzotti e con Eleonori confermato davanti alla difesa; Serralta con un’unica variante rispetto al turno precedente, ovvero Renzi a centrocampo al posto di Zagaglia che parte in panchina. L’avvio è sprint da parte dei padroni di casa che usano subito ritmi alti e aggressività. Ospiti che, invece, faticano ad entrare subito in sintonia con il match e per questo soffrono. Al 7’ Bulku tira dal limite. Sinistro che subisce una deviazione e chiama Messi ad una complicata respinta in tuffo. La palla non esce e viene crossata verso Pellegrini che batte al volo ma la mira è sbagliata. Al 14’ Ruffini fa tutto da solo. Il numero 9 scatta sulla sinistra, arriva in area e poi converge verso il centro. Destro in corsa a mezza altezza che Messi ribatte con un bel balzo. Da qui in avanti si affievolisce la spinta dell’Esanatoglia e di conseguenza il Serralta respira e prende un po’ meglio le misure, specie sui veloci attaccanti avversari. Al 28’ Bulku calcia una punizione che è facile preda di Messi. In seguito non accade più nulla di rilevante e si va al riposo sul risultato ad occhiali. E il Serralta? Non pervenuto, a parte un paio di tentativi con palla lunga che Giovagnini ha dovuto sventare con i piedi fuori area. Ripresa che parte con identico canovaccio dei primi 45’. Esanatoglia che fa la partita, Serralta che controlla stando sulle sue. Al 7’ Ruffini prende palla spalle alla porta e poi si gira provando un rasoterra che Messi fa suo con estrema facilità. Cinque minuti dopo per i locali sembra la volta buona. Ennesimo scatto di Scipioni sulla destra. L’ala va sul fondo e poi crossa all’indietro verso Baroni. Destro ad incrociare di prima intenzione.Pallone diretto in porta con Messi fuori causa, ma Ruffini davanti a tutti e con i piedi quasi sulla linea di porta va di testa deviando in rete. Così facendo rende attiva la propria posizione. Gol giustamente annullato per fuorigioco. Al 16’ Baroni ci prova su punizione. Destro che sorvola la barriera con palla di poco sopra la traversa. Al 23’ Baroni serve in profondità Scipioni (i due sono stati tra i migliori in campo) che controlla bene in corsa, ma manca del tutto il pallonetto che risulta fuori misura. Al 33’ si decide il match. Scipioni, vera spina nel fianco della difesa ospite, parte in velocità entrando in area dove viene affrontato e stretto in una morsa da due avversari. Il numero 7 va giù. Per l’arbitro ci sono gli estremi per assegnare la massima punizione. Pellegrini trasforma dal dischetto spiazzando Messi. 1-0. Serralta sotto e pure in inferiorità numerica, visto che per proteste viene espulso Vittorini. Gialloblù che hanno un sussulto e si gettano in avanti, ma le cose si complicano definitivamente con la seconda espulsione di giornata, quella di Elisei, che si prende il rosso diretto dopo essere finito insieme a Ruffini dopo uno “scontro” a metà campo. Seppur in nove uomini il Serralta non molla e va al disperato assalto. Zero tiri verso Giovagnini, ma un paio di mischie che mettono in allerta l’Esanatoglia che però resiste e conduce in porto un successo alquanto prezioso per allontanare la zona più calda. Per il Serralta, invece, l’ennesima frenata e una classifica ora che si fa delicata.

Il tabellino.

MARCATORI: 78’ Pellegrini su rigore

ESANATOGLIA: Giovagnini, Mattioni Manuel, Bulku, Eleonori, Binni, Latini, Scipioni(80’ Pedica), Pellegrini, Ruffini(89’ Giordani), Baroni(91’ Galluzzi), Mattioni Michael. A disp. Spitoni, Animobono, Albanesi, Bartocci. All. Carsetti

SERRALTA: Messi, Vittorini, La Torre, Elisei, Luchetti, Meschini(49’ Broglia), Renzi(59’ Zagaglia), Rossi, De Maria, Giorgi, Moscatelli(65’ Morgana). A disp. Corvino, Cruciani, Paciaroni, Gheroni. All. Bonifazi

ARBITRO: Marinelli di Ancona

NOTE: spettatori 50 circa. Espulsi: 78’ Vittorini, 86’ Elisei. Ammoniti: Mattioni Manuel, Rossi, Vittorini, Luchetti, Zagaglia. Angoli: 5-2. Recupero: st 3’.

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery