Home | Sport | Settempeda, pericoloso cammino speculare
Euro Net San Severino Marche
Si va verso i recuperi delle gare rinviate per neve
Prima sconfitta stagionale per la Settempeda

Settempeda, pericoloso cammino speculare

Alla fine dello scialbo primo tempo (clima afoso ed energie dosate) qualche tifoso ipotizzava la spartizione della posta come è avvenuto in entrambe le occasioni lo scorso anno. Invece, al termine della contesa festeggiano gli ospiti, passati in vantaggio paradossalmente quando si sono trovati con l’uomo in meno per l’espulsione – rosso diretto – subita da Mengoni per una reazione a centrocampo sul baby Paciaroni. Per la seconda volta consecutiva la Settempeda di fronte al proprio pubblico non riesce a sfruttare la superiorità numerica ma, mentre con il Pagliare i biancorossi si sono spartiti la posta, contro il più quadrato Chiesanuova anche quello che sarebbe stato il terzo pari consecutivo senza reti svanisce, consentendo la terza tripla in altrettante gare ai capoclassifica di Peppe Santoni. Il dato statistico negativo per la truppa di mister Giacomo Gentili è che si sta ripercorrendo pericolosamente il cammino dello scorso anno, quando la Settempeda racimolò un misero punto in 3 gare, di cui 2 interne consecutive. Anche se il morale della truppa e della dirigenza resta alto, in attesa di centrare il primo successo in campionato e risalire la china, qualcosa dovrà essere rivisto in casa biancorossa per evitare di essere incanalati nella parte medio bassa della classifica fin dalle prime battute. Eppure è la Settempeda che inizia meglio il confronto con il Chiesanuova, con un buon lavoro di Capenti il quale al 6’ penetra a destra servendo all’indietro Marasca il cui sinistro lambisce il palo. Al 20’ Lucaroni s’infiltra e schioda col mancino, ma centra il palo di supporto della rete. Cinque minuti dopo Gentili vince due rimpalli ed entra in area, ma calcia sul fondo. Ripresa di altro tono. Dopo appena due minuti Marasca non trova lo specchio. Al 4’ destro di Tombesi in anticipo su Caracci, ma a lato. Al 18’ insidioso tiro-cross di Lucaroni. Al 35’ il Chiesanuova passa. Thiam s’incunea, salta Caracci e realizza. I locali protestano (fuorigioco?) ma l’arbitro convalida. Al 41’ Thiam, due anni fa virtuale settempedano (trasferimento mai concluso per problemi burocratici), sfiora il gol da 35 metri. Ma al Chiesanuova può bastare. Alla Settempeda decisamente no. “Anche perché – commenta a fine gara il co-presidente Piero Sileoni nell’ovale di piazza del Popolo, nel corso della seconda giornata della 24^ edizione della Mostra delle Attività produttive – dopo due anni di Promozione in cui ci siamo salvati all’ultima giornata con la Vis Macerata, questo campionato deve avere una Settempeda protagonista. Il mio sogno è di vedere la società del mio comune in Eccellenza con tanti settempedani in campo. A breve ci rafforzeremo. Siamo in attesa dei transfer. Poi, a dicembre valuteremo l’impegno dei singoli e tracceremo un primo bilancio del nostro cammino”. Parole che sembrano già un monito. Comunque un invito ai biancorossi ad una pronta reazione fin da domenica prossima a Montefano.

SETTEMPEDA-CHIESANUOVA 0-1

SETTEMPEDA: Caracci, Paciaroni (38’ st Lorenzo Rocci), Menichelli, Serangeli, Monteneri, Mulinari, Lucaroni, Del Medico, Capenti, Marasca (31’ st Montanari), Fiecconi (22’ st Meschini). (A disp. Pelagagge, Pietrella, Riccardo Rocci, Ruggeri). All. Giacomo Gentili

CHIESANUOVA: Giulietti, Paolucci, Paoloni, Aringoli, Tombesi, Mengoni, Fabio Gentili (46’ st Medei), Gigli, Riccardo Santoni (20’ st Bonvecchi), Thiam, Pizzarullo (31’ st Acconcia). (A disp. Antonelli, Torresi, Tartabini, Chiaraberta). All. Giuseppe Santoni

Arbitro: Grieco di Ascoli Piceno (Bejko di Jesi-Monteriù di Fermo)

Rete: 35’ st Thiam.

Note: espulso per fallo di reazione Mengoni al 30’ st; ammoniti Del Medico e Thiam, angoli 4-3, rec. 1’+5’; spettatori 150.

Luca Muscolini

Centro Medico Blu Gallery