Home | Sport | Il Serralta perde 1-0, in trasferta, contro San Ginesio
Euro Net San Severino Marche
Juniores a valanga sulla Lorese
Juniores a valanga sulla Lorese

Il Serralta perde 1-0, in trasferta, contro San Ginesio

Pronto riscatto del San Ginesio che dimentica la sconfitta dell’esordio conquistando i tre punti alla “prima” in casa su di un Serralta che conosce, alla prima trasferta della stagione, il primo ko del torneo. Questo il verdetto dato dal “Corridoni” che ha visto il successo di misura dei padroni di casa che hanno giocato meglio e alla fine hanno meritato di imporsi grazie alla rete dopo 25 minuti di Alessandro Carradori. Partita grintosa, attenta, determinata quella impostata dai ragazzi di Dell’Erba che hanno sorpreso gli ospiti con una partenza sprint (due legni e il gol decisivo) e poi, una volta in vantaggio, hanno gestito al meglio senza soffrire e senza mai correre rischi. Di contro si è visto un Serralta in giornata no. Sbagliato e morbido l’approccio, troppe disattenzioni difensive e attacco spuntato. Male soprattutto nella ripresa quando era lecito attendersi una reazione vigorosa allo svantaggio, ma nulla di ciò e in pratica zero pericoli portati alla porta avversaria. Insomma, una prova negativa che non dà seguito al bel debutto contro la Robur.

La cronaca.

Formazione rimaneggiata quella del San Ginesio che deve fare a meno dei due fratelli Calvigioni, di Francia e di Fabbioli; il Serralta invece presenta per dieci undicesimi lo stesso schieramento di sabato scorso a parte Paciaroni che deve fermarsi per la squalifica e viene sostituito nel ruolo di terzino destro dal giovane La Torre. L’inizio è chiaramente di marca locale. Il san Ginesio parte subito forte e con ritmi alti. Evidente il fatto che il Serralta rimanga sorpreso da questo e non sia in grado di trovare contromisure adatte e, infatti, soffre. Minuto 3. Sugli sviluppi di un calcio piazzato da destra è Francia Danilo a sfruttare al meglio la mischia in area andando ad impattare da favorevole posizione il pallone a spiovere. Deviazione volante che manda la sfera a rimbalzare sulla parte inferiore della traversa con la palla che poi rimbalza in campo, al di fuori della linea bianca. Al 7’, sempre in mischia, i locali sono ancora pericolosi con Caponi che va a chiamare in causa Messi con una girata di destro che produce un innocuo rasoterra. Un minuto dopo, però, il San Ginesio va di nuovo ad un passo dal vantaggio. Azione personale di Francia Danilo che entra in area da sinistra e poi lascia partire un bel diagonale che va a sbattere sul palo interno. Pallone che non entra nemmeno stavolta. Si continua a giocare con i locali più dentro la gara e più propositivi. Al 25’ l’azione buona per il vantaggio del San Ginesio. Lancio profondo verso l’area. Nessun difensore gialloblù trova il tempo giusto per l’intervento e così la palla scivola in area dove viene raccolta da Carradori Alessandro che in corsa trova un tiro perfetto che si va ad insaccare a mezza altezza nell’angolo più lontano. 1-0. Da qui in avanti il Serralta sembra dare segnali di risveglio, seppur timidi. Gli ospiti cercano di impostare qualche buona trama senza però mai costruire occasioni rilevanti. Unico episodio da rimarcare quello del minuto 29. Punizione dal vertice destro dell’area del San Ginesio. E’ Magnapane ad incaricarsi del tiro. Sinistro forte e teso, indirizzato sotto la traversa. La traiettoria sembra poter sorprendere l’estremo di casa, ma lo stesso è attento e reattivo nell’andare a deviare con la punta delle dita ed a salvarsi con la collaborazione della traversa. Il Serralta dopo l’intervallo prova a cambiare qualcosa. Lo farà solo con gli uomini (dentro Natali, già a metà primo tempo per Luchetti, Governatori Gobbi e Giorgi), mentre come atteggiamento non ci saranno miglioramenti. In poche parole non si vede la reazione allo svantaggio che sarebbe servita e che ci si sarebbe aspettata. In tal modo ospiti poco pungenti e pomeriggio tranquillo per Santucci, in pratica mai impegnato. Dicasi lo stesso per la difesa locale che non ha problemi a controllare il risultato. La lieve supremazia territoriale, peraltro scontata visto lo svantaggio, da parte del Serralta è fine a se stessa. Anzi, è il San Ginesio a portare una doppia insidia ravvicinata che non culmina nel raddoppio solo per una serie di rimpalli e ribattute davanti alla porta settempedana che evitano che il pallone vada in porta. Il secondo tempo verte su imprecisione e confusione e su entrambi i fronti. Certo è che chi ne risente di più è il Serralta che dovrebbe avere idee chiare per sperare nel pareggio. Solo al 33’ i gialloblù creano una situazione potenzialmente pericolosa. Palla che arriva al limite dell’area dove Broglia è abile a liberarsi per andare al tiro con il destro. Alto. Nulla da segnalare per il restante ultimo quarto d’ora (recupero compreso) a parte un contropiede dei locali due contro uno. Funari avanza palla al piede e allarga a sinistra per Briganti Gregorio. Tiro in corsa troppo debole e facile preda di Messi. Finisce qui. San Ginesio soddisfatto per i primi punti dell’anno, Serralta deluso e amareggiato per un passo falso brutto ed inatteso.

Il tabellino.

SAN GINESIO – SERRALTA 1-0

MARCATORI: 25’ Carradori Alessandro

SAN GINESIO: Santucci, Pallotta, Francia Stefano(75’ Luconi), Funari, Caponi, Bompadre, Francia Danilo, Briganti Rocco(69’ Lucarelli), Carradori Alessandro(79’ Guazzaroni), Briganti Gregorio, Carradori Daniele. A disp. Minnucci, Ceresani, Madreselvi, Francia Daniele. All. Dell’Erba

SERRALTA: Messi, La Torre(51’ Governatori Gobbi), Vittorini, Elisei, Luchetti(28’ Natali), Broglia, Rossi, Zagaglia, De Maria(64’ Giorgi), Moscatelli, Magnapane. A disp. Corvino, Manasse, Morgana, Renzi. All. Bonifazi

ARBITRO: Capomasi di Macerata

NOTE: spettatori 50 circa. Ammoniti: Francia Stefano, Bompadre, Carradori Daniele, Natali, Vittorini, Giorgi. Angoli: 5-1. Recupero: pt 1’, st 4’.

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery