Home | Sport | Memorial Carlini-Orselli: la Juniores a vele spiegate
Banca della Provincia di Macerata
La Juniores al Carlini-Orselli
La Juniores al Carlini-Orselli

Memorial Carlini-Orselli: la Juniores a vele spiegate

En plein! La Juniores di mister Giacomo Gentili ignora completamente Paganini non concedendo solo il bis, ma anche il tris! Allo Scarfiotti di Potenza Picena, mai come quest’anno campo amico dopo il successo corsaro della formazione maggiore, firmato da Capenti e Lorenzo Rocci, che è stata una delle perle della cavalcata finale coincisa con la salvezza diretta, l’undici biancorosso, per l’occasione in tenuta canarina (ricordate la maglia del vittorioso spareggio del San Giobbe di Filottrano tre tornei fa ai danni del Pieve di Cagna?), doma anche il Pedaso, chiudendo la prima fase del torneo memorial Carlini-Orselli a punteggio pieno. Dopo aver fatto fuori per 2-1 il Corridonia con reti di Pelagalli e Meschini e per 3-0 la Jesina grazie ai centri ancora di Meschini, Lorenzo Rocci e Fiecconi, l’undici di Gentili, con la supervisione di Giovanni Ciarlantini, si è sbarazzato dei rivieraschi con un altro 3-0 a firma, stavolta, dell’Allievo Daniel Chacon, di Riccardo Meschini abbonato al gol e del difensore con licenza di offendere Del Federico. Gara subito in salita per i rossoblu portuari a causa di un destro pennellato di Chacon su assist di Prioglio: 1-0 dopo una manciata di minuti. Al 41’ cross del redivivo Frumenti dalla destra e piatto destro di precisione di Meschini. Traversa-gol e 2-0. I rivieraschi reagiscono ma trovano sulla loro strada un Palazzetti in giornata di grazia, che dice di no a tutte le puntate offensive del Pedaso, costretto a subire la terza rete della Settempeda al 25’ della ripresa su angolo dalla destra di Pelagalli ribadito in rete da un’incornata del subentrato Del Federico. Positivi gli esperimenti in mediana. A comporre la coppia di sentinelle davanti alla cintura difensiva a 4 per il consueto 4-2-3-1 settempedano gli Allievi Lorenzo Muscolini e Daniel Chacon. Il primo si è mosso bene, alla De Jong, per un ruolo che deve ancora scoprire ma per il quale ha fatto intravedere le giuste qualità. Il secondo ha reso onore alla sua fama di piede vellutato per accarezzare la sfera dell’immediato 1-0 e per dettare i ritmi delle ripartenze. Ed ora si passa al secondo turno con la formula del triangolare, per cui mercoledì alle 18 e venerdì alle 21 la Settempeda torna in campo allo Scarfiotti. Una volta terreno tabù, quest’anno dal giusto feeling. Che ci scappi il poker o la scala? Paganini, statene certi, non si offenderà…

Luca Muscolini