Home | Sport | Serralta battuto a Corridonia: non perdeva da febbraio
Euro Net San Severino Marche
Si va verso i recuperi delle gare rinviate per neve
Prima sconfitta stagionale per la Settempeda

Serralta battuto a Corridonia: non perdeva da febbraio

Il Serralta vede interrompersi la lunga serie di successi (sei di fila) e torna a sentire l’amaro sapore della sconfitta (ultimo ko il 16 febbraio). Gli Amatori, pur avendo già messo al sicuro la conquista del campionato, non mollano la presa e vincono per 3-2 l’ultima gara casalinga. Questo il verdetto della sfida di Corridonia. Di fronte c’erano due squadre che, almeno sulla carta, non avevano più nulla di importante da chiedere alla loro stagione. In realtà non era proprio così. I locali avevano da confermare l’imbattibilità sul campo amico, mentre gli ospiti dovevano gettare lo sguardo al quinto posto finale. In effetti nessuna delle due si è risparmiata e ne è venuta fuori una partita interessante, viva e combattuta. Ottimo il Serralta ammirato nel primo tempo, peraltro chiuso meritatamente in vantaggio. Squadra organizzata, ben messa in campo, attenta, precisa e pungente ogni volta che ha accelerato. Più volte il Serralta si è presentato davanti alla porta avversaria (oltre ai due gol altre tre limpide occasioni). Ripresa, invece diversa. I gialloblù sono rientrati dall’intervallo meno sicuri e determinati, soffrendo assai il ritorno dei rivali. Soprattutto mentalmente i settempedani sono apparsi in calo e questo ha pesato sul fatto di subire prima la rimonta e poi alla fine la sconfitta. Gli Amatori hanno fatto più possesso nella frazione iniziale, ma sono stati poco incisivi. Tutt’altra musica nella ripresa. Oltre ai due cambi offensivi operati da mister Gagliardi, rivelatisi determinanti, la formazione di casa ha messo in campo più ritmo, maggior determinazione e le cose sono andate decisamente dalla parte dei locali. Numerose le occasioni create con in più le due reti che hanno ribaltato il punteggio e che hanno portato l’ennesimo successo nell’eccellente campionato fatto dagli Amatori. Vittoria che, quindi, ci può stare, ma anche un pari sarebbe stato equo per quello che è stato fatto vedere dalle due contendenti (un tempo a testa).

La cronaca.

I due allenatori, contrariamente a quanto si potesse pensare visto l’ormai imminente epilogo di stagione, decidono di non attuare cambiamenti e mettono in campo praticamente gli schieramenti tipo. Nel Serralta tornano dal primo minuto Natali, Teloni, Zagaglia e Piermattei. Confermati in difesa Elisei, ormai titolare a tutti gli effetti, e il giovane La Torre. Negli Amatori ci sono i migliori a cominciare dal bomber Scarpeccio che è il terminale del tridente d’attacco. Il match entra subito nel vivo. Ritmi alti e tatticismi zero. Al minuto 8 c’è la prima palla gol ed è clamorosa. Passaggio all’indietro per Tamburri che deve rinviare di piede. Tiranti va in pressing su di lui. L’indecisione del numero uno porta ad un contrasto che favorisce il giocatore del Serralta. Il pallone va all’indietro, prendendo un effetto particolare. Probabilmente è questo che mette in difficoltà Tiranti che va a colpire di testa da distanza ravvicinatissima. Incredibilmente, però, il pallone finisce alto dopo aver toccato la faccia superiore della traversa. Al 18’ c’è uno spunto pregevole sulla sinistra di Piermattei che, dopo essersi liberato, mette una morbida palla verso il centro dell’area. L’inserimento di Zagaglia è puntuale, ma per essere perfetto manca tanto così, dato che il tuffo di testa viene mancato di un soffio. Il bell’avvio del Serralta trova giusto premio al 23’. Teloni in area tenta un dribbling d’esterno. Il pallone incoccia sulla mano di Moriconi. Tocco evidente e netto che viene visto dalla signorina Moretti che decreta il penalty. Lo stesso Teloni si presenta sul dischetto e realizza con un preciso rasoterra che spiazza Tamburri. Settimo centro in campionato per Teloni (capocannoniere della squadra) e 0-1. Gli Amatori, fino a questo episodio poco pericolosi, hanno il merito di reagire prontamente e dopo soli 4’ trovano l’affondo che vale il pari. Petritoli trova il varco giusto sul fondo destra e da lì mette in mezzo un pallone forte e teso che Scarpeccio gira prontamente al volo in porta. 1-1. Il Serralta non demorde e resta in partita al meglio. Al 37’ sugli sviluppi di un calcio piazzato, Natali in area prolunga per De Maria che arriva in corsa e tenta un morbido tocco con il sinistro. Bravo Tamburri a capire le intenzioni dell’avversario ed a parare in uscita con un bel riflesso. Al 42’ i gialloblù tornano in vantaggio. Zagaglia a sinistra affonda palla al piede. Tocco in area a favorire Piermattei. Scatto e diagonale rasoterra del numero 11 che batte Tamburri insaccandosi nell’angolo basso più lontano. Terzo sigillo nel torneo di Piermattei e 1-2. Nel recupero del tempo i locali sfiorano il pari. Cross da sinistra che Scarpeccio incorna a centro area. Il tiro incoccia sulla parte interna del palo e poi finisce fra le braccia di Messi.

La prima azione della ripresa vale per gli Amatori il 2-2. Il neo entrato Tarquini si destreggia bene in prossimità del vertice sinistro dei 16 metri. Arriva su di lui Paciaroni che lo tocca. Tarquini va giù e l’arbitro fischia il calcio di rigore, ammonendo anche il terzino ospite. Scarpeccio si incarica della battuta. Destro preciso con Messi che non accenna nemmeno il tentativo di parata. Doppietta per il bomber di casa e nuova parità (48’). Subito dopo Petritoli ci prova dal limite con il destro. Messi è attento e ribatte. Sull’ennesimo corner per i locali (62’) il punteggio cambia ancora. Lunga parabola che spiove sul palo più lontano. Stacco con tempo perfetto di capitan Martinelli che trova una parabola a spiovere con la palla che entra a fil di palo. 3-2. Gara, ora, decisamente dalla parte degli Amatori che insistono, sfiorando il gol in diverse circostanze. Tarquini viene lanciato per vie centrali, ma un difensore ne frena la corsa e così il suo sinistro è troppo debole per impensierire Messi che, infatti, blocca facilmente. Petritoli, veloce e sempre pericoloso, scende a destra e poi serve in mezzo il solito Scarpeccio che tenta una grande soluzione. Pallonetto morbido da fermo che scavalca Messi. Parte inferiore della traversa e pallone che rimbalza in campo per essere poi catturato dal portiere gialloblu. Ancora un servizio invitante per Scarpeccio, il migliore in campo, che gira di prima intenzione. Destro sotto la traversa che Messi smanaccia alzando in angolo. Il Serralta, dopo aver evitato il quarto gol dei locali, nel finale di match riemerge e per poco non raggiunge la parità. Al minuto 82 è Giorgi ad avere lo spazio buono per scaricare il sinistro. Diagonale che attraversa lo specchio della porta e termina largo. Al 92’, infine, ci prova De Maria con un gran sinistro dal limite. Splendida la risposta di Tamburri che vola a deviare in corner con la mano di richiamo, blindando così il successo della propria squadra.

Il tabellino.

MARCATORI: 23’ Teloni su rig., 27’ Scarpeccio, 42’ Piermattei, 48’ Scarpeccio su rig., 62’ Martinelli Francesco

AMATORI CORRIDONIA: Tamburri, Zuffati, Martinelli Martino, Martinelli Francesco, Moriconi(46’ Sant’Angelo), Perfetti(70’ Luciani), Cardinale(46’ Tarquini), Rossini, Scarpeccio, Petritoli, Menghini. A disp. Piergiacomi, Rapacchiani, Petritoli Luca. All. Gagliardi

SERRALTA: Messi, Paciaroni, La Torre, , Elisei, Natali, Rossi, Teloni(60’ Dialuce), Zagaglia, De Maria, Tiranti(80’ Manasse), Piermattei(56’ Giorgi).A disp. Baruni, Marconi, Governatori Gobbi, Morgana. All. Bonifazi

ARBITRO: Moretti di Fermo

NOTE: spettatori 40 circa. Ammoniti: Paciaroni, Tarquini. Angoli: 8-2. Recupero: pt 1’, st 3’.

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery