Home | Sport | Secondo pari interno di fila per il Serralta: 1-1 con l’Elfa
Euro Net San Severino Marche
Juniores a valanga sulla Lorese
Juniores a valanga sulla Lorese

Secondo pari interno di fila per il Serralta: 1-1 con l’Elfa

Il secondo impegno casalingo consecutivo porta al Serralta un altro pareggio e sempre con il medesimo punteggio: 1-1, contro l’Elfa Tolentino. Questa volta, però, di diverso c’è stata la prestazione, positiva e convincente, della squadra gialloblu, brava prima a reagire al meglio all’immediato svantaggio e ancor più brava poi a tenere sempre in mano il pallino del gioco tanto da trovare un meritato e ineccepibile pareggio. Certo è che alla luce di quanto visto in campo, soprattutto nella ripresa, il Serralta avrebbe potuto aspirare al successo e i tre punti sarebbero stati d’oro per la classifica, ma vuoi per la poca incisività vuoi per qualche episodio contrario vuoi per la coriacea prova difensiva degli avversari, la vittoria non è arrivata. Sono, tuttavia, da annotare segnali positivi e di ripresa per i settempedani che hanno giocato bene e da squadra, creando anche buone occasioni. Di contro si è visto un Elfa non al meglio, poco reattivo e scarsamente produttivo in avanti. Di confortante per gli ospiti, autori di una prova quasi del tutto attendista e difensiva, c’è questo pari che muove la classifica e la tenuta del reparto arretrato, sempre attento, concentrato e grintoso.

La cronaca.

Elfa in formazione rimaneggiata per le assenze di Pieroni, di Zenobi e quella pesante di Shkelzen. Serralta, invece, con il miglior undici possibile. Le novità sono due: una tattica, con il 4-1-4-1, l’altra di ruoli con Gobbi terzino sinistro, Bonifazi interno e Rossi regista. La partenza del Serralta sembra azzeccata, ma alla prima disattenzione i locali vanno sotto. E’ il minuto 9 quando sugli sviluppi di un corner arriva il vantaggio dell’Elfa. Rasoterra in area che sembra facile preda di Governatori che va per rinviare di prima intenzione con il destro, ma cicca l’intervento e così il pallone arriva a Marignani che da pochi passi conclude. Messi è bravo a deviare in uscita bassa ma non ad evitare che il tiro finisca oltre la linea bianca. 0-1. Colpo psicologico duro per i gialloblù che però non si lasciano condizionare e da qui in avanti inizierà un forcing che durerà in pratica per quasi tutto il match. Al 21’ Bonifazi calcia un angolo a spiovere sul secondo palo dove va a saltare Gheroni in anticipo su tutti. Colpo di testa effettuato con poca coordinazione e pallone alto. Al 26’ Serralta poco fortunato. Punizione dal limite che vede Governatori mandare un delizioso sinistro sopra la barriera. Il tiro sembra diretto sotto l’incrocio, ma la palla finisce sulla faccia inferiore della traversa e poi ritorna in campo. Al 37’ lo stesso Governatori, specialista delle punizioni che sono state tutte di sua competenza, da destra conclude dritto in porta. Cantenne in due tempi fa sua la sfera. Un minuto dopo è l’Elfa a trovare un’azione in alleggerimento. Battellini calcia dalla lunga distanza con Messi che intercetta in due tempi. Nel recupero della frazione c’è tempo per assistere all’ennesimo tentativo di Governatori su palla da fermo. Stessa zona della precedente e solito sinistro a scendere sopra la barriera. Cantenne si distende accanto al palo e blocca.

Squadre alla pausa e al termine dell’intervallo non si registrano variazioni. Il primo cambio arriverà dopo 4’ ad opera del Serralta, Giorgi per Tiranti, e risulterà determinante. Il tema tattico del confronto non muta: locali protesi in avanti e ospiti abbottonati dietro. Il Serralta appare, però, più spigliato e con un ritmo maggiore e attacca con maggior forza e convinzione. Al 20’ una delle tante punizioni conquistate dai gialloblù, porta alla deviazione aerea capitan Gheroni. La potenza c’è tutta, ma manca la precisione. Palla larga. Al 25’ giunge per i settempedani il meritatissimo pari. Dopo una rimessa laterale il pallone è catturato e difeso a centro area da Giorgi. Finta e dribbling dell’attaccante che salta un paio di avversari e poi va giù sul contatto con Farroni. Rigore e giallo per il difensore centrale. Dagli undici metri va Teloni che esegue perfettamente con un destro nell’angolino basso. Secondo penalty di fila per i gialloblù, secondo centro consecutivo per Teloni dal dischetto e 1-1. L’ultimo scorcio di partita non regala praticamente più nulla di rilevante. Le due formazioni appaiono appagate e sembrano accontentarsi della divisione della posta che, tutto sommato, fa comodo ad entrambe per proseguire nei rispettivi cammini e verso gli obiettivi prefissati.

Il tabellino.

RETI: 9’ Marignani, 70’ Teloni su rigore.

SERRALTA: Messi, Paciaroni, Governatori, Gheroni, Natali, Rossi, Bonifazi David (80’ Manasse), Teloni, De Maria, Tiranti (49’ Giorgi), Piermattei (59’ Morgana). A disp. Corvino, Dialuce, Tarquini, Di Pascale. All. Bonifazi Samuele

ELFA TOLENTINO: Cantenne, Fratini (66’ Paciaroni), Maiolati, Farroni, Maccari, Battellini, Prosperi (89’ Domizi), Palmieri, Marignani, Ferranti (54’ Massi), Buresta. A disp. Ceregioli, Sampaolo, Piriti. All. Bernabei

ARBITRO: Simonella di Macerata

NOTE: spettatori 50 circa. Ammoniti: Bonifazi david, Paciaroni, Battellini, Maccari, Farroni, Prosperi.. Angoli: 7-1. Recupero: pt 1’, st 3’.

Roberto Pellegrino

Centro Medico Blu Gallery