Home | Attualità | Mosè Di Segni, esempio per i medici militari israeliani
Euro Net San Severino Marche
Il libro su Mosè Di Segni
Il libro su Mosè Di Segni

Mosè Di Segni, esempio per i medici militari israeliani

“E’ importante far conoscere questo capitolo della nostra storia. I valori che hanno guidato il dottor Di Segni sono gli stessi valori  sui quali, ancora oggi, noi ci basiamo nell’educazione dei medici militari”. Con queste parole il dottor Nachman Ash, fino al 2011 comandante del Servizio Sanitario militare dell’esercito israeliano, ha ringraziato la famiglia Di Segni per il dono del volume, tradotto in ebraico, “Mosé Di Segni, medico partigiano”. Pubblicazione – come noto – realizzata, nella versione originale, dall’Anpi e dal Comune di San Severino ed edita dalla Riserva naturale regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito, con il contributo della Comunità montana. “La lettura del libro – scrive ancora il dottor Nachman Ash – mi ha molto impressionato. Grazie a essa si può intuire quello che il dottor Di Segni ha fatto, conoscere il suo coraggio e la sua dedizione professionale”. All’edizione ebraica, che segue fedelmente il testo italiano, è stata aggiunta un’introduzione destinata a far conoscere e spiegare il significato della lotta partigiana nel maceratese e il contributo della popolazione settempedana a questa lotta. Il libro rafforza la documentazione conservata nel Yad Vashem, il Museo dell’Olocausto, dove si parla  del ruolo di San Severino nella lotta di Liberazione e nella protezione degli ebrei e di altri perseguitati. La famiglia Di Segni, dopo la caduta del regime fascista (1943), fu ospitata per dieci mesi a Serripola: ai figli del dottor Mosè Di Segni – Frida, Elio e Riccardo (quest’ultimo rabbino capo della comunità ebraica di Roma) – due anni fa il Comune ha consegnato la cittadinanza onoraria.

Centro Medico Blu Gallery