Home | Sport | Auto d’epoca: Paciaroni e Caglini senza rivali
Banca della Provincia di Macerata
Paciaroni e Rotini premiati in Toscana
Paciaroni e Rotini premiati in Toscana

Auto d’epoca: Paciaroni e Caglini senza rivali

Alla guida di auto d’epoca, l’intramontabile Gianpaolo Paciaroni e il presidente del Caem, Pietro Caglini, su fronti diversi, hanno centrato lo stesso obiettivo: il primo gradino del podio. La punta di diamante del Circolo automotoveicoli d’epoca marchigiano, Gianpaolo Paciaroni, targato Simeg e Glo Officina Luzi, incurante delle 79 primavere festeggiate lo scorso 12 settembre, con il fido navigatore Lorenzo Rotini al suo fianco, si è imposto, segnando una media errore di appena 5,2, al Trofeo Pieve di Sansepolcro, in provincia di Arezzo, valido per il Super Trofeo Zanon a cronometraggio manuale. Paciaroni, al volante della sua rampante A112 Abarth del 1979, ha dominato la gara con sole 157 penalità contro le 367 del più accreditato avversario, Pirri, nel totale delle 30 prove speciali in programma. Il presidente Pietro Caglini, dal canto suo, non è stato da meno, imponendosi con una Fiat 750 Fanalona del 1967 nella suggestiva gara Ancona 2400, in onore dei 2.400 anni di esistenza del capoluogo della regione Marche.

Santo Stefano Riabilitazione